L’Aquila, Mancini e Proietti chiudono il festival della Chitarra il 12 settembre

Prosegue la ventesima edizione del Festival Internazionale della Chitarra, promosso dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” insieme all’Associazione Chitarristica Aquilana e all’Associazione Festival Internazionale della Chitarra, con il duo formato dal chitarrista Francesco Mancini e il clavicembalista Filippo Proietti. Il concerto si svolge giovedì 12 settembre presso l’Oratorio di San Giuseppe dei Minimi in via Roio, nel pieno centro cittadino, con inizio alle ore 21 e l’ingresso è libero. Entrambi i musicisti sono particolarmente legati alla città dell’Aquila. Francesco Mancini è proprio suo cittadino, formatosi all’Accademia Chitarristica con Agostino Valente e quindi al Conservatorio di Pesaro, svolge ormai regolare attività concertistica in recital e in varie formazioni cui affianca l’attività di docente. Filippo Proietti è principalmente direttore d’orchestra e compositore diplomato al Conservatorio dell’Aquila ed è molto attivo come direttore di coro. Il programma che i due giovani musicisti presentano è certo molto legato alla natura dei due strumenti “pizzicati”, al periodo musicale dal XVI al XVIII secolo ed è articolato con alcuni brani solistici sia della chitarra che del clavicembalo per ritrovarsi insieme nel Concerto in Re Magg RV93 di Vivaldi, nella III Sonata del compositore settecentesco Rudolf Straube e nell’Introduzione e Fandango dal Quintetto per chitarra e archi di Boccherini. L’ultimo appuntamento con il Festival della Chitarra sarà poi domenica 15 settembre con il recital di Goran Lisets.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *