L’Aquila, la musica di “Italian Youth Prometheus Chamber Orchestra” il 23 aprile

Una delle orchestre più giovani d’Italia, sia come anno di fondazione, il 2012, sia soprattutto per i suoi componenti, tutti nel pieno degli studi, direttore incluso, sarà ospite del Circolo Giovani Amici della Musica nell’ambito del cartellone della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”. La Italian Youth Prometheus Chamber Orchestra, diretta da Giordano Ferranti, allievo del conservatorio aquilano sotto la guida di Marcello Bufalini, si esibirà all’Auditorium del Parco, giovedì 23 aprile con inizio alle ore 21,30. Musica di giovani per i giovani. Anche il programma è particolarmente accattivante e può essere riassunto con il titolo simbolico: “Suoni di danze, voci e volti: contaminazioni popolari”. Si inizia con il celebre Concerto Grosso “La follia” di Corelli nella versione del 1727 di Geminiani per prosegire con un brano del compositore inglese Gustav Holst, che utilizza materiali anche antichi e tradizionali come il famosissimo Greensleaves, per concludere con il Dibvertimento per archi di Bartòk che di fatto è un “concerto grosso” in chiave più moderna con la strabiliante sonorità timbrica tipica del compositore ungherese. La Prometheus Chamber Orchestra nonostante la sua giovane fondazione sta riscuotendo un interesse sempre crescente. Al momento l’orchestra conduce la propria attività in forma autogestita, investendo sul valore educativo del condividere responsabilità organizzative e musicali, oneri e gratificazioni.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *