“L’Aquila in fuga” è una falsità come tante altre: basta sparare numeri e parole

Erano 70mila gli sfollati dell’Aquila dopo il 6 aprile. 595 hanno deciso di abbandonare la propria casa distrutta e di ricomperane una sostitutiva, di questi 297 hanno scelto di non rientrare in Città.

Un dato che in termini di affezione e appartenenza segna un record, forse addirittura mondiale: lo 0,82% per i primi e di 0,35% per i secondi.

Tanto evidenti sono questi numeri che li comprende la percezione comune.

Stare a parlare di “50% di fuggiti dall’Aquila” è proditorio e meriterebbe una querela per danno all’immagine da parte del Comune dell’Aquila.

continua a leggere

FONTE: www.ageabruzzo.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *