L’Aquila, “I Cantieri dell’Immaginario”: NUNSENSE il 21 luglio

Teatro Stabile d’Abruzzo

 

Ridotto Teatro Comunale – Il 21/07/2015 ore 22:00

le amiche di Maria

 

Una produzione del Teatro Stabile d’Abruzzo

in coproduzione con Compagnia dell’Alba

Gabriele De Guglielmo, direzione musicale

di Dan Goggin

Fabrizio Angelini e Gianfranco Vergoni, traduzione e adattamento

Gabriele Moreschi, scene

Pamela De Santi, costumi

Fabrizio Angelini regia e coreografie in collaborazione con Gianfranco Vergoni

Alessia De Guglielmo, regia associata

Alberto Tizzone, light designer

Alberto Soraci, sound designer

con: Laura Del Ciotto, Carolina Ciampoli, Monja Marrone, Alberta Cipriani, Edilge Di Stefano, Giorgia Bellomo, Valentina Di Deo

 

Abbiamo visto insieme questo spettacolo a New York nel 1992, e fu esilarante. Ci colpirono la sua vena simpaticamente ironica, e il fatto che tutto avvenisse davvero lì, in quel momento, quasi improvvisato insieme al pubblico da questo gruppo di suore che erano delle eccellenti performer talmente straordinarie da non sembrarlo. Già allora pensammo che sarebbe stato un esempio di lavoro interessante anche con delle attrici nostrane. Il testo ci capitò per caso tra le mani qualche anno dopo nel ne-gozio di Samuel French a Londra e riuscimmo successivamente a recuperare anche il cd con le canzoni. Nella nostra versione, in particolare nella traduzione e nell’adat-tamento, la vicenda è trasferita in Italia ai giorni nostri, per il desiderio di arrivare più direttamente al cuore degli spettatori. Le cinque suore sono ben calate nella vita di oggi con tutti i nessi e connessi, ben informate sugli avvenimenti e sulla cronaca. Nonché sugli eventi televisivi. Non a caso vengono citati alcuni personaggi a loro molto vicini: Suor Paola, Suor Germana, Don Mazzi…e il sottotitolo “…le amiche di Maria…” è tutto un programma…

 

Fabrizio Angelini & Gianfranco Vergoni

 

Gli spettacoli al Ridotto del Teatro Comunale sono ad ingresso libero. Informazioni al botteghino TSA 0862 410956

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *