L’Aquila, grande successo per il primo convegno dell’associazione dentisti

Sabato 15 marzo si è svolto a Sulmona, presso l’Auditorium del Palazzo della SS. Annunziata il convegno “Problematiche delle Disfunzioni dell’Articolazione Temporo-Mandibolare”. L’importante appuntamento scientifico è stato presieduto dal Dott. Lucio Daniele, Presidente dell’Associazione Nazionale Dentisti Italiani di L’Aquila, ed organizzato in collaborazione con il Dott. Massimo Di Cesare, consigliere ANDI.

Inaugurato da numerose autorità nel più famoso e rappresentativo monumento della città di Sulmona, nonché luogo di notevole pregio storico-architettonico, ha trattato i problemi dell’A.T.M. (articolazione temporo-mandibolare), ossia di tutti quei problemi che si manifestano con dolori articolari, affaticamento muscolare durante la masticazione, rumori articolari, difficoltà nell’apertura della bocca, problemi non solo dovuti al mal posizionamento dei denti. Il Convegno ha ribadito che il paziente disfunzionale necessita di un approccio multidisciplinare per la risoluzione della propria patologia ed il lavoro dell’Odontoiatra riveste un ruolo di primo piano nell’attuazione del piano di trattamento.

Nella giornata sono stati esposti da relatori delle Università dell’Aquila e di Ancona, i concetti per poter effettuare una corretta diagnosi ed individuare i fattori predisponesti e scatenanti la patologia disfunzionale (dell’A.T.M.); sono stati illustrati i presidi terapeutici e ortodontici che vengono di routine svolti nello studio dentistico ribadendo la necessità di attuare sempre un’ottima interazione tra i vari specialisti al fine di offrire al paziente un piano terapeutico globale, coordinato e finalizzato alle esigenze del paziente con problemi e patologie dell’Articolazione Temporo-Mandibolare.

Al convegno, a cui  erano presenti in qualità di hostess numerose Dame della Giostra Cavalleresca di Sulmona, hanno partecipato, oltre agli Odontoiatri, anche i Medici in Medicina Generale, i Fisiatri, i Fisioterapisti, gli Osteopati e gli Studenti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *