L’Aquila, grande partecipazione a Casa Onna per il 1° corso sull’emergenza-urgenza dedicato agli Odontoiatri e al personale di Studio Dentistico

Successo aquilano del primo appuntamento nazionale del progetto Aiutiamo a salvare vite.   Si è concluso sabato scorso 8 giugno con una folta rappresentanza di Odontoiatri, Assistenti alla poltrona e Igienisti Dentali abruzzesi il corso di “BLS (Basic Life Support) – AED (Automated External Defibrillator) e manovre di disostruzione pediatrica” organizzato dal dott. Lucio Daniele, Presidente dell’Associazione dei dentisti di L’Aquila (ANDI) e dal dott. Giovanni Evangelista Mancini, Presidente nazionale della Fondazione ANDI, la Onlus dell’ANDI che si occupa di solidarietà e promotrice di tanti progetti solidali a favore della cittadinanza e della fasce della popolazione più deboli e bisognose.

Il corso è stato dedicato alla memoria della collaboratrice Claudia Braga recentemente scomparsa e fa parte di un progetto pluriennale su diffusione nazionale che si rivolge ai dentisti e a tutto lo staff dello studio, per diffondere le conoscenze per l’utilizzo del defibrillatore con certificazione su basi internazionali rilasciata dalla Salvamento Academy – SIMEU – Linee Guida Internazionali AHA.

Titolari di Studio dentistico con tutta l’equipe medica hanno seguito inizialmente la parte teorica del corso tenuta dal dott. Marco Squicciarini, “Project manager” e “Formatore Nazionale di istruttori” della Salvamento Academy, e successivamente si sono cimentati, con l’aiuto di 10 istruttori certificati, a mettere in pratica su manichini dimostrativi tutte le manovre di rianimazione.

Si stima che ogni anno in Italia sono tra i 50 e i 60.000 i decessi causati da arresto cardiaco improvviso mentre, nella popolazione di età inferiore a 14 anni, sono 50 i decessi provocati da ingestioni accidentali e soffocamento. I dati degli studi clinici hanno dimostrato che queste persone, se soccorse prontamente e in maniera adeguata, hanno buone probabilità di ripresa.

I partecipanti, opportunamente divisi in gruppi, hanno simulato ogni tipo di manovra di rianimazione, dalla respirazione bocca a bocca a quella bocca-naso, dal massaggio cardiaco all’uso del defibrillatore semiautomatico ed infine alla disostruzione del tratto alimentare, su tre tipi di manichino: il lattante, il bambino e l’adulto.

Tutte questa tecniche sono di base a supporto delle funzioni vitali per affrontare una situazione d’emergenza utilizzando il Defibrillatore semiautomatico esterno (AED), secondo quanto previsto dalle raccomandazioni ILCOR 2010, a una persona o bambino priva di respiro o di battito cardiaco in attesa dell’arrivo del Servizio Medico d’Emergenza 118.

Con grande soddisfazione da parte dei partecipanti il corso si è concluso con la consegna dei diplomi certificati dalla “Salvamento Academy”; gli organizzatori hanno manifestato la volontà di ampliare il progetto a L’Aquila e in Abruzzo per fare in modo che sempre più persone, anche fuori dal campo medico, siano in grado di identificare le cause dell’arresto cardiaco improvviso, riconoscerne i segni e sintomi e quindi saper fornire un’appropriata assistenza e prestare soccorso anche con l’uso del defibrillatore.

La Fondazione ANDI è stata costituita nel 2005 come Fondazione dell’Associazione Nazionale Dentisti Italiani – che con i suoi 23.000 soci certificati è l’associazione odontoiatrica più rappresentativa in Italia e in Europa – con l’intento di generare solidarietà e, attraverso la cooperazione, di raggiungere tutte quelle persone che sono in condizioni di disagio fisico, economico e sociale. La finalità della Fondazione ANDI è realizzare iniziative di alto interesse sociale grazie a interventi di assistenza medica e odontoiatrica in Italia e all’estero, in situazioni di particolare disagio ed emergenza, avvalendosi di progettualità propria, di Enti e Associazioni di Volontariato. Inoltre e soprattutto la Fondazione ANDI realizza e promuove ricerca scientifica e studi di nuove metodologie diagnostico-terapeutiche, e interviene direttamente sulla formazione degli operatori sanitari ampliando le possibilità di azione nel settore dell’odontoiatria sociale.

www.fondazioneandi.org

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *