L’Aquila: Giornate di Storia delle Forze Armate Italiane

GIORNATE DI STORIA DELLE FORZE ARMATE ITALIANE
protagonisti Galli della Loggia e il Generale Rocca

Tornano a L’Aquila, per l’ottava edizione, le “Giornate di Storia delle Forze Armate Italiane”, con la partecipazione d’eccezione di Ernesto Galli della Loggia, editorialista del Corriere della Sera e protagonista della vita culturale italiana, e di Umberto Rocca Generale dei Carabinieri e medaglia d’oro al valor militare.
L’iniziativa, curata come sempre dall’Istituto di storia della resistenza e dell’Italia contemporanea (IASRIC) e dall’associazione Vox Militiae avrà il seguente programma.

Martedi 18 febbraio alle 17.00 presso la Biblioteca Provinciale dell’Aquila, in località Bazzano sarà presentato il volume di Elena Aga Rossi e di Maria Teresa Giusti “Una guerra a parte. I militari italiani nei Balcani 1940-1945”, edito dal Mulino con contributo economico dell’Università dell’Aquila. Un’appassionante e rigorosa ricostruzione storica – spiega il presidente Iasric Umberto Dante, che restituisce alla memoria la tragedia esistenziale di migliaia di soldati italiani soli contro tutti in una terra straniera, nel mezzo di una guerra sporca e feroce, e che dovettero affrontare non solo la resistenza slava, ma anche le truppe tedesche, desiderose di vendetta contro i ‘traditori italiani’.
In tale occasione verranno assegnati a Elena Aga Rossi, che per molti anni ha insegnato a L’Aquila e Maria Teresa Giusti, nata a Rocca di Mezzo e docente all’Università di Chieti, il premio “Ettore Troilo” per la ricerca storica.
A seguire l’atteso intervento di Ernesto Galli Della Loggia e di Ugo Berti, storico editor della casa editrice Il Mulino.
Il premio “Martiri di Cefalonia” per l’impegno nella promozione della società civile sarà invece assegnato al Generale dei Carabinieri, medaglia d’oro al valor militare, Umberto Rocca.
Il 5 giugno 1975 e l’allora tenente Rocca, comandante in sede vacante della compagnia di Acqui Terme, fu ferito gravemente da un bomba a mano, nel corso di un irruzione in un casolare dove i brigatisti rossi capeggiati da Renato Curcio nascondevano sotto sequestro l’imprenditore Vittorio Vallarino Gancia. Nella stessa sparatoria rimase uccisa la compagna di Curcio, Mara Cagol e il carabiniere Giovanni D’Alfonso.
Gli anni di piombo saranno al centro anche della seconda giornata, 19 settembre: protagonista questa volta alle ore 10.00, presso l’aula magna dell’I.I.S. “Amedeo di Savoia”, Luigi Catelli, presidente della sezione penale della Corte d’appello de L’Aquila.
Come tradizione, a corollario delle giornate di studio vi sarà, il giorno 24 settembre dalle ore 9.00, la celebrazione dei Nove martiri aquilani, così da perpetuarne e diffondere la conoscenza e il ricordo negli studenti. In tale occasione verranno ripercorsi i luoghi (la scuola, il sentiero verso la libertà, il posto della fucilazione) dove si ebbero le vicende di quelli che furono tra le prime vittime della resistenza italiana.

Per info:
3475577433
3295731426

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *