” L’Aquila Forever -99 rintocchi per la Resurrezione ed Onna Nel Cuore” in mostra a Roma

Dopo la Mostra di ottobre agli spazi espositivi del Centro Culturale Gabriella Ferri il progetto – ” L’Aquila Forever -99 rintocchi per la Resurrezione ed Onna Nel Cuore” – viene riproposto al Centro Culturale Aldo Fabrizi, patrocini di Roma Capitale e Comune dell’Aquila, dal 29 novembre al 13 dicembre 2014. Una mostra di spessore che unisce figurativo tradizionale, ricerche moderniste ed astratte, dai volti enigmatici al paesaggio inteso come metafora, alle architetture urbane, colori forti ed intensi come il sole, racconti osservati e narrati da prospettive insolite. Va detto innanzitutto – precisa Alessandro Piccinini – ideatore e curatore, con Laura Turco Liveri, dell’intero programma, come il pubblico stia rispondendo con grande partecipazione alla programmazione dell’evento che è già di per sé una bellissima novità per Roma: il pannello corale attira l’attenzione dei visitatori a tutti i livelli, dagli specialisti del settore arti visive, agli storici dell’arte, alle scuole e le famiglie. Sono esposte 139 opere di pregevole fattura che documentano tanto la genialità creativa di ogni singolo artista quanto la congiunzione che ne deriva tra la storia e la cronaca, l’uomo e il creato.

Un racconto visivo stimolante i cui capitoli, scritti anche dagli artisti aquilani Marco De Angelis, Gianfranco Di Bernardini, Mimmo Emanuele, Rezhakan, Raul Rodriguez e Luciano Santoro, danno l’originalità ad una mostra di grande coerenza che ha in sé, sia la domanda che la risposta all’interrogativo di fondo, che presuppone la giusta attenzione alla centralità di un tema che non si limiti ad un semplice consuntivo storico, ma pretende di coinvolgere le genialità creative, non solo artistiche, ad aprire squarci alle roccaforti del potere per richiamare l’attenzione alle serie problematiche dei cittadini e soprattutto dei famigliari delle vittime, che dal 2009 attendono ancora risposte ai loro dubbi ed alle paure mai sopite.

All’interno di un programma, che vede impegnati i giovani speleologi del Gruppo Grotte e Forre “Francesco De Marchi” del C.A.I. -Sezione L’Aquila , riguardo ai loro interventi dopo il terremoto, che illustreranno il territori aquilani ed i dintorni sotto il profilo geomorfologico, con il supporto della mostra fotografica da loro curata “L’Aquila sotto”, sarà proposta una sezione espositiva “L’Aquila sotto” e una sezione “L’Aquila sopra” con immagini inedite dei fotografi Patrizia Dottori, Marco Serri ed Iria Seta.

In ricordo di Onna, già luogo di sofferenza all’epoca della II Guerra Mondiale, di cui ricorrono quest’anno i settant’anni dall’eccidio, sarà proiettato il cortometraggio “Onna 44” di Linda Parente, grazie alla collaborazione dell’Associazione Metropolis Europa.

Saranno lette anche poesie inedite dei poeti aquilani Franco Narducci ed Adriano Sabatini e di poeti sentimentalmente legati a L’Aquila quali Giuliano Carpino, Emiliano Yuri Paolini, Gioacchino Ruocco e del poeta giapponese Kikuo Takano, recentemente scomparso e che visitando la città, prima del sisma, colpito dalle meraviglie dei suoi monumenti e dalla gentilezza dei suoi abitanti, le ha dedicato una struggente e commovente poesia che sarà presentata a conclusione dell’intero ciclo in gigantografia.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *