L’Aquila, esibizione Ars Ludi l’8 novembre

Ars Ludi è un ensemble di percussioni a organico variabile, che, sin dagli esordi nel 1987 ad opera di Antonio Caggiano e Gianluca Ruggeri, ha intrapreso un itinerario artistico attivo su due dimensioni interpretative. Per la Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” il gruppo si esibisce domenica 8 novembre all’Auditorium del Parco, con inizio alle ore 18, proponendo il progetto “MusikAutomatik” con l’utilizzo di strumenti musicali automatici, ovvero quelli che non hanno bisogno di uno strumentista che li faccia suonare, hanno una lunga storia.

Carillon, pianole, organi, spinette e pianoforti meccanici, pendole sonore e tanti altri arricchiscono il già vasto mondo degli strumenti musicali e quello delle percussioni in particolare.

La formazione che Ars Ludi porta a L’Aquila è composta dai percussionisti Antonio Caggiano, Rodolfo Rossi, Gianluca Ruggeri, Alessandro Di Giulio, Gianluca Manfredonia, Pietro Pompei, con la partecipazione di Mario Arcari agli strumenti a fiato, Lucio Perotti alle tastiere, con realizzazioni video curate da Luciano Caggiano.

MusikAutomatik prevede la composizione Musik im Bauch/Tierkreis del 197, per sei percussionisti di Karlheinz Stockhausen, poi un omaggio a Federico Fellini ispirato alle musiche di Nino Rota: Casanova elettrico, per tastiere e percussioni di Pasquale Catalano, quindi due “intermezzi” poco conosciuti, due giochi: uno di Haydn, Marcia e Presto dai 12 pezzi per musical clock e l’altro di Beethoven, Allegro in sol maggiore per musical clock.

Un concerto molto particolare che non mancherà di coinvolgere lo spettatore in tanti modi possibili.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *