L’Aquila, effetti post sisma: Caritas sponsorizza lo studio sulla salute mentale dei bambini

L’auditorium Sericchi della Cassa di risparmio dell’Aquila ha visto giovedì 15 novembre la presentazione del libro “Oltre l’Arcobaleno. Bambini e salute mentale in situazioni di emergenza e disastri naturali” a cura di Paolo Feo, Marco Iazzolino e Walter Nanni (edizioni Edb).
Il volume presenta i risultati della prima indagine scientifica condotta in Italia sugli effetti provocati dal devastante terremoto del 6 aprile 2009 nella mente di duemila bambini e ragazzi aquilani di età compresa tra i 3 e i 14 anni. L’indagine, promossa dall’Ordine dei ministri degli Infermi (Camilliani), con il coordinamento scientifico dell’Ospedale pediatrico Bambin Gesù e il sostegno della Caritas italiana, è stata realizzata con la collaborazione dei pediatri abruzzesi che hanno aderito volontariamente alla ricerca. A parte i bambini delle famiglie ospitate all’Aquila, infatti, molti dei bambini esaminati erano ospitati con le loro famiglie negli alberghi della costa o comunque in altre città.
Da sottolineare, fra i tanti aspetti, il ruolo della Caritas, che pur occupandosi da 40 anni di bambini in situazioni di emergenza, non aveva mai sponsorizzato e sostenuto uno studio scentifico: per l’Aquila e i suoi bambini, Caritas ci ha messo davvero tanto della sua esperienza e delle sue competenze.
Dopo i saluti istituzionali di sindaco, arcivescovo e vicepresidente Carispaq, sono intervenuti Stefania Pezzopane, assessore comunale alle Politiche sociali; Paolo Feo, autore e neuropsichiatra infantile; Pierluigi Cabri, direttore della editoriale Edb; Walter Nanni, coautore e responsabile Ufficio Studi Caritas Italiana; Massimo Casacchia, professore ordinario di Psichiatria dell’Università dell’Aquila; Rocco Pollice, professore aggregato di Psichiatria all’Università dell’Aquila; Enzo Sechi, professore ordinario di Neuropsichiatria infantile dell’Università dell’Aquila. La presentazione vede il patrocinio del Comune dell’Aquila.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *