L’Aquila, DIASPORA NOVECENTO Concerto per il giorno della Memoria il 30 gennaio

Sabato 30 gennaio 2016 – ore 18,00

L’Aquila- Ridotto del Teatro Comunale

Prova aperta per gli abbonati ore 11.00

 

DIASPORA NOVECENTO

Concerto per il giorno della Memoria

 

Marco Salcito, chitarra

Marcello Bufalini, direttore

Orchestra Sinfonica Abruzzese

 

Sabato 30 gennaio alle ore 18.00 presso il Ridotto del Teatro Comunale dell’Aquila – con prova aperta per gli abbonati alle ore 11.00 – l’Istituzione Sinfonica Abruzzese dedicherà il suo concerto alla Giornata della Memoria e proporrà un programma musicale in cui sono affiancati Mario Castelnuovo-Tedesco e Kurt Weill, due autori diversissimi per la loro personalità e poetica musicale, ma accomunati da uno stesso destino: quello dell’esilio. Entrambi ebrei, figli di quelle nazioni, l’Italia e la Germania, nelle quali ebbero origine il fascismo e il nazismo e che furono teatro della furia antisemita, dovettero lasciare i rispettivi paesi negli anni dell’avvento al potere di Hitler in Germania (1933) e della promulgazione delle leggi razziali in Italia (1938). Le opere in programma, eseguite dall’Orchestra Sinfonica Abruzzese con il chitarrista Marco Salcito e sotto la direzione del Maestro Marcello Bufalini, furono composte proprio in quegli anni cruciali.

Il programma prevede l’esecuzione del Concerto op. 99 di Mario Castelnuovo-Tedesco scritto, poco prima dell’esilio, su richiesta di Andrés Segovia che nel 1949 decise di inciderlo lasciando così quella che è forse la prima registrazione di un concerto per chitarra e orchestra mai realizzata. Degli eventi drammatici vissuti dal compositore nell’inverno ’38-’39 non sembra esservi traccia nella musica che scorre ora serena ora malinconica, con una chiusura virtuosistica e spettacolare.

Una chiusura diversa, che quasi lascia presagire gli orrori che di lì a pochi anni avrebbero sconvolto l’Europa, caratterizza invece l’altro brano in programma, la Seconda Sinfonia di Kurt Weill, già proposto in anteprima dall’Orchestra Sinfonica Abruzzese il 27 gennaio per il giorno della Memoria presso l’Università di Teramo nell’ambito della manifestazione “La parola ebreo”, voluta dal rettore Luciano D’Amico, che ha visto la partecipazione di quasi mille alunni delle scuole superiori di tutta la regione.

Si tratta di un’opera di grande impatto emotivo in cui, con lucida consapevolezza, l’autore proietta la Storia nella tragedia della contemporaneità: la composizione ebbe inizio a Berlino nel gennaio 1933 (il 30 di quello stesso mese Hitler divenne Cancelliere del Reich), fu interrotta con la fuoriuscita di Weill dalla Germania, e completata a Parigi all’inizio dell’anno seguente. La Sinfonia n.2, eseguita in Europa e America, venne messa al bando nella Germania nazista e scomparve dai programmi dei concerti per molti anni. Ancora oggi le sue esecuzioni sono poco frequenti, fatto che rende questa occasione ancor più significativa.

Con l’Orchestra si esibirà il chitarrista Marco Salcito, vincitore di numerosi concorsi e ospite di importanti festival e teatri internazionali, prossimo ad una tournée in Cina e docente presso il Conservatorio di Pescara, ha inciso nel 2014 per la Dynamic Le Variazioni Goldberg di J. S. Bach, che concludono tre anni di intenso lavoro di trascrizione ed arrangiamento. Il disco, unico nel suo genere, ha ricevuto ampi consensi dalla critica e dalle principali riviste specializzate.

Sul podio il direttore Marcello Bufalini, presente da oltre 20 anni nei cartelloni dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese anche in qualità di direttore ospite principale. Docente presso il conservatorio “A. Casella” e attento alla realtà musicale locale, svolge un’intensa attività di direttore del repertorio sinfonico e d’opera in Italia e all’estero dove ha diretto orchestre come la Suisse Romande, la Radio Symphonie Orchester di Vienna,  i Bayrischer Rundfunk e l’Orchestra del Mozarteum di Salisburgo.

In occasione di questo concerto si concluderà anche l’iniziativa di raccolta del biglietto sospeso dedicata al Maestro Vittorio Antonellini scomparso lo scorso dicembre e volta a permettere agli ospiti della mensa di Celestino che lo desiderino di assistere ai concerti della 41° Stagione concertistica dell’ISA usufruendo di titoli di ingresso lasciati in sospeso a loro disposizione dal pubblico abituale. Già nel concerto del 23 gennaio erano presenti alcuni ospiti in sala e altri potranno partecipare fino ad esaurimento dei biglietti a offerti il cui numero verrà ufficialmente comunicato dopo questo concerto.

 

INFO: Per tutte le informazioni sulla stagione e sul concerto è possibile consultare il sito www.sinfonicaabruzzese.it o contattare il numero 0862.411102 e scrivere all’indirizzo info@sinfonicaabruzzese.it

PREZZI BIGLIETTI: Intero 10 Euro; Ridotto 5 Euro per giovani fino a 26 anni, studenti e possessori di SinfoniCard.

 

 

DIASPORA NOVECENTO

Concerto per il Giorno della Memoria

 

 

M. Castelnuovo – Tedesco (1895 – 1968)

Concerto per chitarra n. 1 in Re maggiore op. 99

Allegretto

Andantino alla romanza

Ritmico e cavalleresco

K. Weill (1900 – 1950)

Sinfonia n. 2

Sostenuto – Allegro molto

Largo

Allegro vivace

 

Chitarra

MARCO SALCITO

 

Direttore

MARCELLO BUFALINI

 

Marcello Bufalini

 

Marco Salcito, chitarra

Dopo essersi diplomato col massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara sotto la guida di Letizia Guerra, si è perfezionato alla Accademia Chigiana di Siena e ha conseguito la laurea presso la Musik Akademie di Basilea nella Konzert Klass di Oscar Ghiglia. Vincitore di importanti concorsi internazionali, come il “F. Sor” di Roma, il Concorso Internazionale di Mottola (1° premio), il “M. Giuliani” di Bari (2°premio), il “R.Bartoli” di Salon en Provence (2° premio), Il Concorso Internazionale della Scuola Civica di Milano (1° premio), il “G. Ansalone ” di Milano (1° premio), ha inoltre ricevuto premi e riconoscimenti nei Concorsi Internazionali di Gargnano, “Yamashita” di Berlino, “Le Printemps de la Guitar” di Charleroi e “A. Segovia” di Palma de Mallorca. Ospite di prestigiose stagioni concertistiche e festival (Nuova Consonanza di Roma, Meisterkonzerte di Stoccarda, la New York University, la Hong Kong Academy for Performing Arts), ha effettuato concerti con diversi gruppi di musica da camera e in duo con la cembalista Chiara Massini, il clarinettista Gianluca Sulli e la violinista Aurelia Macovei con la quale sarà in tournée nelle principali città della Cina il prossimo novembre. Docente presso il Conservatorio di Pescara, è frequentemente invitato a tenere masterclass. Ha inciso in prima esecuzione opere di autori contemporanei italiani (per Bongiovanni, Les Production d’Oz, RAI Trade) e sue proprie composizioni (Violipiano Records). Ha inciso con il clarinettista Gianluca Sulli un cd dedicato all’influenza della musica brasiliana nei compositori europei (Wide Classique). Nel 2014 la Dynamic ha pubblicato il suo ultimo doppio cd Le Variazioni Goldberg di J. S. Bach, che concludono tre anni di intenso lavoro di trascrizione ed arrangiamento. Il disco, unico nel suo genere, ha ricevuto ampi consensi dalla critica e dalle principali riviste specializzate come Fanfare Magazine, Classics Today, Classic Voice.

 

Marcello Bufalini, direttore d’orchestra

Ha svolto un’intensa attività in Italia e all’estero; è stato ospite di complessi come l’Orchestra della Suisse Romande, l’Orchestra del Mozarteum di Salisburgo, l’Orchestra della Radio di Monaco di Baviera, la Mitteldeutsches Rundfunkorchester, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Sinfonica “Giuseppe Verdi” di Milano, l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra dell’Arena di Verona, la Tonkünstlerorchester e la Radio Symphonieorchester di Vienna, l’Orchestra Filarmonica “G. Enescu” di Bucarest; ha diretto produzione liriche dell’Opéra du Rhin di Strasburgo, della Kammeroper di Vienna, del Teatro Nazionale Slovacco, del Rendano di Cosenza, del Verdi di Sassari, dell’Alighieri di Ravenna, della Stagione lirica di Teramo e Atri, dell’ASLICO, del Giglio di Lucca, del Marrucino di Chieti. Insegna direzione d’orchestra al Conservatorio dell’Aquila. Nel 2006 ha realizzato per il pianista Roberto Prosseda la ricostruzione del Terzo Concerto per pianoforte e orchestra di Mendelssohn, registrato da Riccardo Chailly con l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia per la Decca ed eseguito oltre 100 volte nelle principali stagioni concertistiche di Europa, USA, Canada, Sud-America, Giappone. Si è formato sotto la guida di Nicola Samale all’Aquila e Bruno Aprea a Roma, e si è perfezionato alla Chigiana di Siena con Ilya Musin, Valeri Gergev, Myung-whun Chung.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *