L’Aquila, concerto “Le Roi danse – La danza francese”il 15 marzo

Con il titolo “Le Roi danse – La danza francese” si presenta il concerto squisitamente strumentale che offre una esplorazione della musica francese del sei-settecento, grazie ad uno dei gruppi barocchi più noti in Europa: Les Paladins. Nel 1760 il compositore Jean Philippe Rameau compose Les Paladins, capolavoro del barocco francese, nello spirito dell’ immaginario e del fantastico, ed è inspirandosi a tale composizione che nel 2001 il clavicembalista, cantante e direttore Jérôme Correas ha fondato il gruppo vocale e strumentale con questo nome. L’obiettivo era quello di restituire alla musica barocca tutte le possibilità espressività anche teatrali in rapporto alla lingua usata nei testi. Così, presso l’Auditorium del Parco, domenica 15 marzo con inizio alle ore 18 nell’ambito del cartellone della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”, l’ensemble Les Paladins nella formazione in quartetto (Juliette Roumailhac e Catherine Plattner, violini; Ellie Nimeroski, viola; Nicolas Crnjanski, violoncello; Franck Ratajczyk, contrabbasso), con lo stesso Correas al clavicembalo, riportano il pubblico nella Francia culturale che fa riferimento alla corte di Versailles, sia con musiche nate per essere ballate, o messe in scena, sia quelle composte solamente per essere suonate. Si inizia da Le Malade imaginaire (1673) di Charpentier, contemporaneo e amico del compositore di corte Lully, per procedere con Les amours de Ragonde (1714) di Jean-Joseph Mouret, già direttore d’orchestra dell’Opéra e molto considerato a corte, tanto da presentare un suo Divertimento in occasione della maggiore età di Luigi XV. Il percorso musicale prosegue con Couperin, Barrière, Leclair fino ad arrivare a Les Indes galantes (1735) di Jean-Philippe Rameau, come si diceva, punto di riferimento del barocco francese.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *