L’Aquila, concerto di Ringraziamento per l’ospedale con Rodolfo Tullj il 21 dicembre

Il 21 dicembre 2013, alle ore 21, all’Auditorium Parco del Castello, L’Aquila, è in programma il Concerto di Ringraziamento per l’ospedale con la partecipazione del batterista Rodolfo Tullj, dell’Associazione Culturale Immota Manet con il gentile patrocinio del Comune di L’Aquila

Circa un anno fa, in questo periodo, il noto batterista teramano Rodolfo Tullj, attualmente residente a L’Aquila, si trovava ad affrontare qualcosa di inaspettato, la necessità di un intervento urgente allo stomaco, qualcosa che ha sconvolto completamente la sua vita. Nonostante le paure e le evidenti perplessità che aveva, decise di affrontare l’intervento presso l’Ospedale di L’Aquila, caldamente consigliato in tal senso dal dottor Marchese, endoscopista. L’intervento è stato eseguito il 14 dicembre, dal dottor Vicentini e il dottor Di Marco; nei giorni seguenti, appena tornato dalla rianimazione e appena fu in grado di ricominciare a ragionare, disse ai dottori: “Quando guarisco, voglio fare un concerto per voi”.

E’ passato un anno, ed ora desidera mantenere la sua promessa. Il reparto di chirurgia generale dell’Aquila è guidato da persone veramente gentili e competenti, che dimostrano una umanità non comune di questi tempi, sempre disponibili e pronti ad intervenire, in qualunque momento del giorno e della notte, non conoscono festività o rispetto dei turni, sono sempre lì, in prima linea, davanti al dolore, pronti ad affrontarlo, a condividerlo, a combatterlo con tutte le armi a loro disposizione. Il concerto del 21 dicembre 2013 è per loro, tutto il reparto di chirurgia, guidato con perizia da Roberto Vicentini e Mauro Di Marco.

Mo. Rodolfo Tullj – batterista

Rodolfo Tullj ha iniziato a suonare la batteria fin da giovanissimo.

Ha condiviso col suo amico d’infanzia Ivan Graziani, tutte le prime esperienze, le prove, gli esperimenti, le sfide con gli altri musicisti e anche le prime tournèe a 15 anni in Tunisia con il gruppo dei Modernist’s di Nino Dale.

Mentre la sua esperienza cresceva, aumentavano le collaborazioni, con Ivan Graziani, Francesco Grue, e Mario Tarquini, nella loro prima formazione ufficiale, con gli Harlem 77 di Teramo (Marco Renzi, Franco Partenza, Roberto Trasatti), con Ornella Vanoni, Iva Zanicchi, Domenico Modugno, i Giganti, la Formula tre, i New Dada, Rosanna Fratello, Umberto Bindi, Peppino Principe (oscar mondiale della fisarmonica), Joe Squillo, Fiorella Mannoia.

Durante la lunga collaborazione con Bruno Martino nei nights degli anni ’70, nasce l’interesse di Rodolfo per le sonorità tipiche delle atmosfere jazz che da allora in poi lo accompagneranno in tutta la sua carriera.

Con gli ex componenti degli “Harlem 77” e con il Mo. Vincenzo Di Sabatino, ha fondato e diretto il Ce.d.e.m, una scuola di musica a Teramo, che per più di vent’anni ha guidato e formato centinaia di allievi divenuti poi, a loro volta, insegnanti in varie scuole qualificate, collaborando con gli enti teatrali, con la fondazione Riccitelli, e anche con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese.

Innumerevoli le collaborazioni: con Jimmi Fontana, Riccardo Del Turco, Gianni Meccia, Nico Fidenco, (i Superquattro) ha percorso l’Italia in lungo e in largo per diverse stagioni; ha partecipato a Premiatissima su Canale 5 con l’amico più grande, Ivan Graziani; con Anna Oxa ha partecipato a Sanremo, è stato più volte in Tv in varie trasmissioni: Uno Mattina, Domenica In con Pippo Baudo, Blitz con Gianni Minà, Master da Sanremo, Ieri, Goggi e Domani con Loretta Goggi, e molte altre.

I suoi concerti e le sue performances non si limitano al territorio nazionale; solo per citarne alcune Rodolfo Tullj si è esibito a New York, Buenos Aires, Rio de Janeiro.

Ogni sua esibizione è uno spettacolo a sé… evita le formattazioni e gli standard, crea ogni volta qualcosa di nuovo, mai ripetitivo e sempre sorprendente.

Nonostante sia nato musicalmente con il rock degli anni ’60, riesce ad interpretare ogni “sound” con la padronanza di chi può vantare una esperienza unica sul campo, ma potendo, predilige il jazz, il funk-jazz e la musica sudamericana.

Ha curato le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli dell’Associazione culturale “Discanto”, con la quale ha operato a L’Aquila dal 1997 al 2002, organizzando in collaborazione dell’ente Provincia, la rassegna “Jazz & Groovy” ed alcune serate speciali a Sulmona, Castel di Sangro, Scanno, nell’ambito della “Solidarietà”.

Con l’Associazione “Immota Manet”, di cui è Presidente, ha organizzato dal 2003 in poi, innumerevoli concerti con musicisti locali e nazionali, sempre ad ingresso gratuito, per promuovere la diffusione e la fruizione della musica in tutte le situazioni e in tutti gli ambienti.

Solo per citarne alcuni:

Irio De Paula

Roberto Gatto

Paolo Di Sabatino

Arturo Valiante

Mauro De Federicis

oltre ai tanti gruppi e musicisti del territorio aquilano:

Alchimia sonora

Ouragan

Intrigo

Dies irae

Devino folliae

Mustang blues

Dou dou fizz

Jumpin’ eye

White mirror

Dea madre

Soul kitchen

Maxiata

Malìa

In questi ultimi anni ha curato la direzione e l’organizzazione della Scuola Laboratorio “Palcoscenico” per la promozione della musica e le arti dello spettacolo, anche ad Isola del Gran Sasso, dove l’Associazione si è temporaneamente trasferita ed ha operato dopo il sisma del 2009, collaborando con il Comune e l’Istituto Comprensivo nell’organizzazione di eventi musicali.

Da circa un anno l’Associazione è di nuovo a L’Aquila, in attesa di riprendere a pieno ritmo tutte le sue attività, dai corsi di musica ai concerti, agli spettacoli, alle manifestazioni, sempre con l’obiettivo di portare la musica, come linguaggio universale, in tutti gli ambienti e in tutte le occasioni possibili.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *