L’Aquila, cinematografia: Goffredo Fofi con allievi della scuola

Dopo l’apertura affidata al direttore didattico Daniele Segre, il corso di “Reportage audiovisivo” della sede Abruzzo della Scuola Nazionale di Cinema ha ospitato la lezione del giornalista, scrittore, critico cinematografico Goffredo Fofi. Fofi ha incontrato gli allievi sul tema “Idea del reportage”, rifacendosi alle sue esperienze professionali di ricercatore, di giornalista, di direttore e fondatore di molte riviste, come “Lo Straniero” e, nel corso degli anni, di altri periodici come: “Quaderni Piacentini”, “La Terra vista dalla Luna”, “Ombre rosse”, “Linea d’ombra”. In particolare Fofi ha sollecitato gli studenti ad affrontare i loro lavori di inchiesta basandosi sul presupposto fondamentale della curiosita’ come approccio alla scoperta della realta’, accompagnato da una “esigenza etica” che sostanzi l’urgenza di voler raccontare per contribuire ad una crescita e al cambiamento. In questo senso, per accompagnare il lavoro di formazione della classe, Fofi ha ricordato agli allievi anche i suoi “quattro comandamenti”, riassunti nelle esortazioni: “resistere, studiare, fare rete e rompere le scatole”, senza avere paura del fallimento. Fofi ha voluto anche soffermarsi sulla situazione attuale determinata dalla crisi economica che pero’, a suo parere, ha permesso di “rimettere in moto il bisogno di comprendere i tempi che viviamo e quindi anche le attivita’ di indagine e di inchiesta”, aggiungendo di “invidiare gli allievi del corso di “Reportage audiovisivo” che a L’Aquila si trovano in una delle zone piu’ vive del paese, di cui si sa pochissimo”. Il lavoro da fare, anche nella produzione audiovisiva, e’ quindi molto e Fofi, insieme ad altri docenti, si e’ reso disponibile a verificare e accompagnare quanto produrranno gli allievi nei prossimi mesi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *