L’Aquila, Cantieri dell’Immaginario: torna “Red Zone Concert” il 31 luglio

Nelle due edizioni precedenti ‘I Cantieri del’Immaginario’, tramite la Societa’ Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”, hanno dato l’opportunita’ a tanti cittadini di ripercorrere luoghi e strade chiuse dal sisma del 2009 attraverso un percorso musicale animato dagli allievi del Conservatorio di Musica aquilano. “Instant Concert – Red Zone” cosi’ era chiamato il particolare momento, unico nel suo genere, che e’ rimasto impresso nella memoria di tanti. Quest’anno la situazione sembra cambiata e molte strade chiuse sono oggi percorribili almeno a piedi, seppur tuttora disabitate. Con il Red Zone Concert si e’ voluto abbandonare il tradizionale percorso itinerante tra le macerie del centro storico, ma non l’idea di “occupare” i luoghi non convenzionali nel cuore della citta’. I solisti e gli ensemble prenderanno posto, infatti, negli spazi di Piazza Santa Margherita, piu’ conosciuta come Piazza dei Gesuiti, e delle vie adiacenti, domani a partire dalle ore 21,30. Rimane anche il carattere eclettico ed eterogeneo dei generi musicali. Nel dettaglio s’iniziera’ all’interno del Palazzetto dei Nobili con il trio barocco formato da Jasmina Capitanio con la viola da gamba e Jolanda Masciovecchio al clavicembalo, con la voce particolare del controtenore Stefano Guadagnini che eseguira’, fra l’altro, arie del repertorio del celebre Farinelli. Poi, in vari punti della piazza e in ordine sparso, usciranno suoni diversi. Qui si troveranno Dafne Paris con la sua arpa, il fisarmonicista Stefano Sponta, l’Entropia Saxophone Quartet formato da Antonio Marinelli, Luigina Battisti, Danilo Coltella, Loreto Organtini e il Trio Preto, trio jazz formato da Leonardo Mezzini alla chitarra, Francesco Rapinesi al contrabbasso e Nello Biasini alla batteria, che animera’ con composizioni tratte dal repertorio afro-americano. Ancora una volta, grazie agli allievi del Conservatorio di Musica “A. Casella”, quest’angolo di citta’ dell’Aquila torna a risuonare di musica, di passi, di emozioni, di ricordi e forse anche di speranze. L’ingresso e’ libero e in caso di maltempo il Red Zone Concert si svolgera’ all’interno del Palazzetto dei Nobili.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *