L’Aquila: Aperitivi Letterari (II edizione)

L’Aquila
Ristorante La Conca… alla vecchia Posta
Via Caldora (di fronte terminal Bus – parcheggio L. Natali)
23, 24 e 25 agosto 

L’idea dell’aperitivo letterario nasce dal desiderio di portare i libri e la lettura in locali tradizionalmente vocati ad altri tipi di convivialità o di incontro. “L’Aquila volta la carta” ha scelto i giorni della Perdonanza per creare, in un momento di aggregazione fortemente simbolico per la nostra città, un’occasione culturale in più. La II edizione ha scelto come cornice, in un suggestivo angolo a pochi passi dalla Basilica di Collemaggio, un ristorante che impreziosisce le sue offerte gastronomiche con la musica e la letteratura. Alla presentazione di ciascun libro seguirà un aperitivo-degustazione di prodotti tipici del territorio. Ingresso libero. E’ invece gradita la prenotazione a quanti desidereranno dopo la presentazione fermarsi per l’aperitivo. (0862.405211- 334.8745593)

 

23 agosto 2012 h. 18
Piero Badaloni, Una memoria squilibrata, Editori Internazionali Riuniti 2012. Interverrà all’incontro l’ass. alle politiche culturali del Comune dell’Aquila Stefania Pezzopane.

Durante il regime franchista migliaia di bambini vennero sottratti ai legittimi genitori e dati in adozione a famiglie favorevoli al Generalissimo. Una vicenda cancellata dalla memoria collettiva, dai ricordi di chi non era né il padre né la madre di quei figli “confiscati”. Un testo commovente che lancia pesanti interrogativi sulla memoria storica di una nazione e di un intero continente che vuole andare avanti senza fare i conti con il proprio passato.

 

24 agosto 2012 h.19
Roberto Gramiccia, Slot art machine. Il grande business dell’arte contemporanea, Derive Approdi 2012. Interverrà all’incontro la prof.ssa Licia Galizia.

Il sistema dell’arte, per come è venuto configurandosi negli ultimi decenni, somiglia a una slot machine. Cioè a una macchina per fare soldi imbrogliando la gente e premiando di tanto in tanto qualcuno, e conservando così l’illusione di facili guadagni. Nel caso del sistema dell’arte, la macchina è truccata due volte, la prima come tutte le slot machine, la seconda perché i soldi non vengono distribuiti a caso ma solo ad alcuni giocatori, gli stessi che l’hanno costruita: mercanti, case d’asta internazionali, musei, collezionisti professionali, banche, cordate di affaristi, curatori e artisti manager. Una forma particolare di merce che possiede un unico valore, quello di scambio. E così l’acquisto dell’opera di un autore affermato diventa un’operazione simile a un investimento in borsa.

 

25 agosto 2012 h. 19
Paola Calvetti, Olivia. Ovvero la lista dei sogni possibili, Mondadori 2012. Interverrà all’incontro la prof.ssa Valeria Valeri, presidente ass. L’aquila volta la carta.

Inaspettati. Così sono tutti i doni degni di questo nome. E del tutto inaspettato è l’inizio di questa storia, con gli sguardi di due bambini che si sfiorano da lontano. Qualche anno dopo, a pochi giorni dal Natale, Olivia viene licenziata. O meglio: non viene licenziata perché non è mai stata assunta; semplicemente perde il posto di lavoro precario e si ritrova più precaria e fragile di prima. Così si rifugia in un bar tabacchi e, in attesa di riorganizzare il suo futuro, scorre il suo curriculum pensando a tutto ciò che quelle pagine tralasciano: gli incontri che l’hanno segnata, gli amori veri e quelli che credeva lo fossero, le persone che non ha fatto in tempo ad abbracciare. E le passioni, i sogni, i fallimenti, la forza dei desideri.

Si ringraziano per la partecipazione e per la collaborazione gli autori e le case editrici.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *