L’Aquila, a Franz Di Cioccio premio “La mia vita per il rock” il 22 novembre

E’ Franz Di Cioccio il vincitore della seconda edizione del Premio Nazionale “La mia vita per il rock”. Il batterista e cantante, fondatore della Premiata Forneria Marconi, riceverà il riconoscimento venerdì 22 novembre, alle ore 21, nella “Sala Padre Pio” di Castelvecchio Subequo (L’Aquila). Il Premio consiste in una targa d’autore realizzata appositamente per il musicista di origini abruzzesi Franz Di Cioccio, voce, batterista e frontman della PFM. Il premio è un riconoscimento al percorso artistico dei più affermati e prolifici rocker italiani. “La mia vita per il rock” offre un tributo di particolare rilievo e unico nel suo genere a quei musicisti che con la loro opera hanno lasciato un segno indelebile nella storia di questo filone musicale.

La manifestazione è organizzata dall’associazione “Palco e Scena” in collaborazione con le associazioni “Un giorno insieme” di Sulmona e “Music Force” di Chieti, con il Patrocinio del Comune di Castelvecchio Subequo, della Regione Abruzzo (Agenzia Promozione Culturale Sulmona), del Parco Regionale Sirente Velino, dell’AICS Regione Abruzzo – Circolo culturale G. Salvemini e con il sostegno della BPER e di alcuni sponsor locali. La serata (ad ingresso gratuito) sarà presentata dal noto conduttore di RAI 1 Luca Di Nicola.

La serata prevede una session di musica dal vivo in cui vari giovani artisti della regione Abruzzo renderanno omaggio a Franz Di Cioccio eseguendo i grandi successi della Premiata Forneria Marconi. A questo momento di spettacolo seguirà quindi l’attesa cerimonia di consegna del premio. Saliranno sul palco Luigi Di Loreto (basso), Luigi Di Paolo (batteria), Luca Di Pillo (tastiere), Mirko Rossi (chitarre), Leonardo Schiavo (voce), Stefano D’Andrea (chitarra), Paolo Di Cesare (chitarre), Valentina Di Cesare (voce), Stefano Di Giovanni (basso), Giovanni Giannantonio (batteria), Michele Musti (batteria) e Riccardo Pezzopane (tastiere), facenti parte rispettivamente dei gruppi “Celebration” e “Il banchetto” le cui denominazioni sono tratte da alcuni titoli di successo della P.F.M.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *