Lanciano, “Alcol e giovani-Rischio dipendenza”: presentazione risultati progetto il 14 novembre

Il Rotary Club di Lanciano rivolge massima attenzione ai giovani della nostra città attraverso un’intensa attività di servizio e numerose iniziative finalizzate all’educazione ed alla crescita dei ragazzi. Uno dei pericoli a cui essi sono esposti è purtroppo l’abuso di alcol ed il rischio di dipendenza che esso comporta; per analizzare quanto esso possa essere diffuso, il Rotary Club Lanciano ha lanciato nelle settimane scorse unprogetto dal titolo: “#AlcoholRisk – Alcol e Giovani, rischio dipendenza”.

Analogamente all’iniziativa dello scorso anno sulle abitudini e i disturbi alimentari degli adolescenti, anche in questo caso è stato distribuito un questionario a tutti i ragazzi del I e II anno delle scuole superiori di Lanciano chiedendo loro di rispondere ad alcune domande circa illoro rapporto con le bevande alcoliche.

I risultati dell’indagine saranno presentati, in una giornata di studi venerdì 14 novembre alle ore 9.00 presso l’Auditorium “Gennaro Paone” della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, dal professor Emanuele Scafato, Direttore dell’Osservatorio Nazionale sull’Alcool – CNESPS, alla presenza di circa 450 studenti delle Scuole Medie Superiori, accompagnati dai propri docenti.

Prof. Emanuele Scafato,

Medico chirurgo, gastroenterologo, epidemiologo

Primo Ricercatore e Direttore del Reparto Salute della Popolazione e suoi Determinanti del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute, CNESPS , dell’Istituto Superiore di Sanità in Roma

Direttore Centro Organizzazione Mondiale della Sanità per la Ricerca e la Promozione della Salute sull’Alcol

Direttore Osservatorio Nazionale ALCOL – CNESPS

Presidente SIA, Società Italiana di Alcologia

Vice Presidente EUFAS,  Federazione Europea delle Società Scientifiche sulle Dipendenze

Rappresenta il Governo Italiano nei Comitati Formali in Commissione Europea e Organizzazione Mondiale della Sanità.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *