La “Riccitelli” di Teramo esclusa dal contributo dal Fondo Unico per lo Spettacolo: incredulità e indignazione

La “Riccitelli” di Teramo esclusa, dopo trentasette anni di attivita’ e ventisette di finanziamenti ministeriali ininterrotti, dal contributo dal Fondo Unico per lo Spettacolo del Ministero dei Beni e delle Attivita’ Culturali e del Turismo per l’attivita’ concertistica 2015. La societa’ esprime “incredulita’ e indignazione per una decisione inaccettabile che negli anni ha portato a Teramo, tra gli altri, artisti come i Solisti dei Berliner Philarmoniker, Andrea Griminelli, Stefan Milenkovich, Massimo Quarta, l’Orchestra Sinfonica della Radiotelevisione Croata, Benedetto Lupo – recita una nota della storica societa’. Stona in maniera singolare la coincidenza che la Commissione che ha valutato e “bocciato” la Riccitelli quest’anno e’ la stessa che l’anno scorso ha confermato e promosso l’attivita’ valutata. La consapevolezza delle enormi difficolta’ economiche per l’anno in corso era gia’ piena e totale: azzeramento dei fondi regionali, azzeramento del contributo della Provincia di Teramo, azzeramento del contributo della Camera di Commercio. Ciononostante, nessuna riduzione della qualita’ artistica, come riconosciuto da Istituzioni e segretariati artistici internazionali. La Riccitelli non intende accettare passivamente la decisione e attivera’ ogni azione possibile volta a ripristinare la condizione di operativita’. E’ gia’ stata inoltrata richiesta di accesso agli atti, in attesa quindi di conoscere le motivazione che hanno condotto a una determinazione definita da chiunque inammissibile. A questo seguira’ la decisione di intraprendere ogni azione, anche di natura legale, volta a ottenere il giusto riconoscimento”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *