La Nobile Confraternita Agnesina “Devoti della Cantina jemo ‘nnanzi” dedica la Sant’Agnese a Franco Villani

Anche quest’anno, allo scoccar della mezzanotte, quando il 20 gennaio diviene il 21 gennaio, la *Nobile Confraternita Agnesina “Devoti della

Cantina jemo ‘nnanzi”, già riunita nei noti luoghi cantineschi, ha provveduto alle votazioni di rito.

Durante il ricco convivio (secondo il rito del portetecheccosa) allietato dagli stornelli aquilani del Maestro Aurelio Nolletti (ju Maestru, dalle odi declamate da Giacomo Carnicelli (ju Bersagliere) e Angelini Gianni (Bobbò) e Jacopo Angelini (Bobbuccio) della Confraternita gli amici di Zeppetella di Tornimparte, in trasferta nella condivisione dell’agnesinità territoriale, e da Mario Celi (l’uomo con i baffi) c’è stata una grande sorpresa : è stato esibito al folto pubblico presente un manifesto culturale : BUZZICHI AQUILANI. Il manifesto ritrae vari cestini per l’immondizia (in metallo, plastica, cemento, legno) che da più di trent’anni a questa parte svolgono la loro funzione in centro storic.

L’intento è quello di sollecitare l’amministrazione, con questo manifesto “goliardico”, a volersi dotare al più presto di un piano che prevede decori urbani tutti uguali e, soprattutto, consoni alla bellezza del centro storico dell’Aquila.

Le cariche di quest’anno si sono uniformate a quello che il nostro Gruppo ritiene un evento di portata storica : l’integrale recupero della nostra cinta muraria, il nostro monumento maggiormente identitario !

– Antonuccio Capitano: Indiana J.A. (Cesare Ianni)

– Guardiano de Porta: Zeccò (Sandro Zecca) in contumacia giustificata

– Mastro de lengua: Cocciarotta (Angelo De Nicola)

– Porta della Recchia: Palvo (Stefano Ianni)

– Lavannara alla Porta della Rivera: Calascì (Annamaria Pasquali)

– Murariusu : Mascì (Silvio Masci)

– Bastiò della Malalengua : L’Uomo con i baffi (Mario Celi)

– Porta Sorda : Tribolaziò (Francesco D’Eramo)

– Cinta della Occaperta : Bobò, Bobbuccio e ju Bersagliere (Trio

Zeppetella)

– Lengua de Pietra (la lionessa): Cochi (Alessandra Tacchin)

*- Murittu (più giovane partecipante) : Matteo Lunadei **(Ttò).*

 

La serata è stata dedicata al grande Franco Villani : ciao Franco, siamo certi che molti Angeli parlano già dialetto aquilano!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *