Il trio di Pier Carlo Penta in concerto per JAM&S

Si chiama Jazz e… è promossa dall’associazione JAM&S e domani sera arriva al suo quarto spettacolo in programma. Rigorosamente itinerante. Infatti, dopo i concerti al conservatorio di Pescara, al Marrucino di Chieti e alla scuola civica musicale di Montesilvano, i fan di Marco Fumo e Michele Di Toro – che appunto firmano la condirezione artistica della rassegna – potranno godersi uno spettacolo all’Auditorium Cerulli di via Verrotti, ore 21. (Biglietto 10 euro per i soci, 15 euro per i non tesserati).

Sul palco saliranno – per la prima volta a Pescara – Pier Carlo Penta al piano, Daniele Marzi alla batteria e Paolo Ghetti al contrabbasso. La serata si intitola FLASHBACK e vuole essere un omaggio alla ciclicità degli stato d’animo: sensazioni, emozioni, atmosfere che il trio cercherà di rivivere sul palco suonando brani come fossero quadri.

Questo il commento del leader: ”Si, ho pensato ai brani in scaletta come fossero quadri – afferma il maestro Penta -. Si tratta di composizioni originali, anche se non mancano riferimenti classici e jazz. L’idea è quella di restituire al pubblico ora una foto, ora un ambiente, ora uno stato d’animo. Per questo non parto mai da un’intenzione compositiva che rispetti forme od epoche precise. Ed anche il fatto di non interrompere la performance con l’annuncio dei titoli serve proprio a dare continuità al viaggio musicale”.

Introduce all’ascolto il critico musicale FABIO CIMINIERA, già caporedattore di JazzConvention e membro del Pescara Jazz dal 2007. Attivo anche come scrittore, ha da poco lanciato il suo nuovo testo Il tempo di un altro disco (Lulu Inc).

Submitted by Federica Fusco

PIER-CARLO-PENTA

Print Friendly, PDF & Email