Il Molise si fa onore al “Matteo Cristalli“

Ricordate il successo del 1^ Raduno di aeromodellismo a Campitello Matese?

Bene, il successo genera una emotività che permette di andare avanti e sperare che qualcosa possa cambiare, nel modo in cui le iniziative vengano, poi considerate, non fini a sé stesse, ma per un progressivo andamento funzionale del veicolo “ territorio “.

E, Campitello ha dato il via ad una serie di iniziative che hanno portato tanti amatori e non ad appassionarsi del nostro Molise.

E non solo….

Il Molise , per la straordinaria accoglienza offerta dagli operatori economici di Campitello Matese, dal ristoratore all’albergatore, per passare dal contadino, a chi dispone degli impianti, agli organizzatori, alle migliaia di persone che a Campitello, sfidando il freddo, hanno accolto i piloti con il giusto entusiasmo, all’amministrazione di San Massimo, a chi come l’Impresa Terrica ha fornito gratuitamente la propria opera di rullaggio della pista, a chi come Bruno Cicchese che entusiasta ha messo a disposizione i suoi terreni per poter gioire delle due giornate, a professionisti del settore intrattenimento come David Rausa con il suo splendido teatro con i piedi, ad amici musicisti di Campobasso, a Luca Battista, Francesco Scarselli, piccolo campione del Mondo di organetto, a Mago Alan, ai condomini d Campitello, a Funivie Molise ,è ancora ricordato ed, in occasione del 25^ raduno di aeromodelli “ Matteo Cristalli “ che si è svolto presso l’aviosuperficie di San Severo, un plauso unanime dalle centinaia di piloti venuti per l’occasione da tutta Europa, ha conclamato Campitello Matese, come la più bella location mai usata per un raduno di genere, con la speranza che la magnifica manifestazione possa ripetersi e migliorarsi sino a diventare tappa fondamentale dell’aeromodellismo internazionale.

Un onore e grandissimo orgoglio, sentirsi fare plausi del genere , non c’è che dire. Il Molise che vuol dare il meglio di sé esiste e, non spegniamo questo ultimo focolaio… Aiutiamo il Molise ed i Molisani affinché portino alto e fiero questo nome come, l’amico molisano di Guglionesi, Antonio Fulvio ha bene interpretato proprio a San Severo, sfoderando una performance da brividi, con il suo Eurofighter a turbina.

Passaggi radenti, picchiate, candele, velocità incredibile, e tantissima abilità nel comandare il suo Jet, hanno fatto il resto……… e gli applausi a fine performance, da parte dell’innumerevole pubblico, sono stati l’eloquenza all’esibizione.

Il Molise dalle tante realtà non conosciute, non messe debitamente in rete, non considerate, deve trovare spazio e la politica non deve ignorare ogni possibilità di conoscenza e programmazione e, siamo certi che tutto ciò, con un minimo di impegno, verrà riconosciuto e come,qualcuno già di è attivato, sollecitiamo i privati, poiché Campitello né è stata la prova, a non demordere e più di adesso, a scendere in campo con l’entusiasmo e la voglia di essere protagonisti. Presto un incontro presso la sede regionale con il delegato al turismo.

Una giornata incredibile, quella di San Severo, che segue quella di Campitello e che darà seguito ad altre incredibili manifestazioni curate da Sudinvolo con il suo coordinatore,che anche in e per il Molise avranno ricadute benefiche.

I piloti molisani non sono tantissimi , per mancanza di strutture, ma, non sfigurano…. Luigi da Campobasso, Antonio da Guglionesi, Bruno da Toro, né sono la riprova e questo , come succede per tutti le altre discipline, ci gratifica ancor di più !!

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *