I Cantieri dell’Immaginario: Polvere di sole

Polvere di sole
L’Uovo Teatro Stabile di Innovazione onlus in collaborazione con Anagrama, Vertigimn, Laboratorio Ensemble
Piazza San Silvestro ore 21:30

Testi Tonino Guerra, Wisława Szymborska
Regia Maria Cristina Giambruno
Voci recitanti Lucia Loffredo, David Riondino
Danzatori Stefania Carvisiglia, Giusy Quattroni, Maria Zaccagno, Simona Zaccagno
Coreografie acrobatica Elena Bidoia
Acrobati Elena Bidoia, Fabrizio Fanizzi e gli allievi del laboratorio di discipline aeree
Musicisti Alessia Centofanti, Maurizio Croci, Giovanni Damiani, Edoardo Mancini, Simona Mariani
L’Amnesia INTERVENTO PERFORMATIVO URBANO
Coreografia Simona Zaccagno
Suono Marco Erroi e GabeDM
Danzatori Stefania Carvisiglia, Giusy Quattroni, Maria Zaccagno, Simona Zaccagno
Datore luci per la danza Samuele Malfatti
Disegno luci Raffaello Mastrorilli
Assistente alla regia Alessandra Pavoni

Nei primi mesi del 2012 abbiamo perso due delle voci più alte e limpide della letteratura, e non solo, dei nostri tempi: Wisława Szymborska, poetessa e saggista polacca, Nobel per la letteratura nel 1996 e Tonino Guerra, scrittore, poeta e sceneggiatore, tre volte premiato con il David di Donatello per le sue sceneggiature e una quarta nel 2010 per la carriera. L’essersene andati più o meno nello stesso periodo non è l’unica cosa che accomuni questi due artisti, piuttosto li unisce quello sguardo innamorato con il quale sfiorano la vita …lo stupore e la leggerezza, mai casuale, con cui ammirano e traducono anche la più piccola forma o espressione di vita…
Insieme alle evoluzioni nell’aria degli acrobati sui tessuti, accanto alle performances dei danzatori sulle impalcature e sui ponteggi, tra pareti sventrate, quotidianità violate, gli attori porgeranno le parole dei due grandi autori come fossero echi dei loro sguardi ironicamente così umani, stupiti e partecipi, a suggerire dalle ceneri dolenti un mondo nuovo che solo chi ha occhi per intendere e cuore per capire può vedere.
L’AmnesiA
Intervento urbano per la città di L’Aquila

Voce allo Spazio: memorie dei luoghi e memoria del corpo.
Danza e Suono si relazionano permeabili all’ambiente, creando molteplici visioni ed estendendo immaginari possibili.

I Cantieri dell’Immaginario
I Cantieri dell’Immaginario saranno un momento importante per ricondurre l’attenzione sul centro storico dell’Aquila e sul suo comprensorio, valorizzando monumenti, piazze e siti di una città che conservava la memoria artistica di un passato illustre e che oggi è ridotta a un groviglio di impalcature, pali di sostegno, cavi d’acciaio e fasce contenitive a cercare di impedirne l’ulteriore degrado. Il progetto vuole essere motore di promozione, memoria e conoscenza, creando un cantiere di ricostruzione culturale che possa stimolare quella ricostruzione materiale tanto attesa.

L’Aquila
2 luglio 15 agosto 2012
Info: www.icantieridell’immaginario.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *