I Cantieri dell’Immaginario: La scrittura come creazione

La scrittura come creazione
Teatro Zeta
Santa Maria di Collemaggio ore 15:00

Laboratorio sulla scrittura drammaturgica con riferimento a Silone e al testo teatrale su Celestino V, “L’avventura di un povero cristiano” – In collaborazione con i Solisti Aquilani.
Riccardo Reim si muove in teatro con la grazia ansiosa di un camaleonte che prende i colori dalle foglie su cui si posa. Le sue foglie preferite sono quelle morbide e bluastre, gonfie di succhi, di Tennessee Williams, quelle trasparenti e scintillanti di Garcia Lorca, quelle frementi, frastagliate, barocche, gelide di Arrabal. Di suo c’è soprattutto una leggera, stridula, pungente capacità evocativa. Nei suoi testi infatti si coagula una nostalgia sottile per un mondo dolce e ovattato fatto di sole parole: un mondo impalpabile e artefatto in cui sarebbe impossibile abitare, ma che pure lo affascina come un sogno ripetutamente sognato.
I Cantieri dell’Immaginario
I Cantieri dell’Immaginario saranno un momento importante per ricondurre l’attenzione sul centro storico dell’Aquila e sul suo comprensorio, valorizzando monumenti, piazze e siti di una città che conservava la memoria artistica di un passato illustre e che oggi è ridotta a un groviglio di impalcature, pali di sostegno, cavi d’acciaio e fasce contenitive a cercare di impedirne l’ulteriore degrado. Il progetto vuole essere motore di promozione, memoria e conoscenza, creando un cantiere di ricostruzione culturale che possa stimolare quella ricostruzione materiale tanto attesa.

L’Aquila
2 luglio 15 agosto 2012
Info: www.icantieridell’immaginario.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *