I Cantieri dell’Immaginario: Celestino V

Celestino V
Teatro Zeta
Santa Maria di Collemaggio ore 21:30

In questo spettacolo su CELESTINO V dunque desideriamo affrontare alcuni importanti momenti della vita e delle opere del personaggio senza la pretesa di essere precisi nella ricostruzione della storia minore; ma con il desiderio di diffondere la conoscenza di un uomo che, eremita, papa e poi santo, è certamente degno della nostra massima considerazione.
Attraverso la magia del teatro è nostro intento ricreare le atmosfere e le suggestioni che può emanare una storia del medioevo, far rivivere la vita di un uomo che molto spesso si confonde con la sua leggenda e con il fascinoso mondo dei cavalieri Templari e del Santo Gral. Ovviamente il nostro è uno spettacolo teatrale, pertanto attento al lato appunto spettacolare. Cercando di essere esatti nella sostanza storica ci permettiamo di avvalorare alcune suggestive tesi che forse appartengono più alla leggenda che alla realtà.
Ispirati dalla singolare vicenda umana dell’eremita abruzzese e consapevoli delle innumerevoli leggende che avvolgono la storia della sua rinuncia al trono di Pietro e della sua misteriosa morte, l’impianto drammaturgico avrà lo scopo di rievocare Celestino V nella sua epoca storica,e contemporaneamente quello di rileggere la storia di un uomo che si trova a dover fronteggiare il suo grande ed amaro destino.
Riferimento non secondario per la realizzazione di questo progetto speciale è il testo scritto dall’abruzzese Ignazio Silone intitolato L’AVVENTURA DI UN POVERO CRISTIANO che venne realizzato in teatro nel 1968 per la regia di Valerio Zurlini con Giancarlo Giannini, prodotto dallo stabile dell’Aquila, e una serie di documenti originali dell’epoca che Riccardo Reim, non certo nuovo a simili operazioni, ha utilizzato nella stesura definitiva del testo intitolato: “Celestino V , Laica rappresentazione per il piccolo santo Pier Celestino”. Il progetto proposto da Teatrozeta sarà messo in scena il 28 dicembre 2009 a L’Aquila, e segnerà l’inizio della nuova stagione teatrale VOLO LIBERO, giunta alla quarta edizione.
Protagonisti in scena, Pino Micol, voce altisonante del teatro italiano, e Manuele Morgese, vincitore del premio speciale per lo spettacolo Ennio Flaiano 2009; i due vestiranno rispettivamente i panni di Bonifacio VIII e di Celestino V, e altri giovani attori della compagnia teatrozeta, accompagnati dalle note dal vivo del quartetto “Gli archi del Cherubino”, il tutto confezionato dall’innovativa regia di Riccardo Reim.
I Cantieri dell’Immaginario
I Cantieri dell’Immaginario saranno un momento importante per ricondurre l’attenzione sul centro storico dell’Aquila e sul suo comprensorio, valorizzando monumenti, piazze e siti di una città che conservava la memoria artistica di un passato illustre e che oggi è ridotta a un groviglio di impalcature, pali di sostegno, cavi d’acciaio e fasce contenitive a cercare di impedirne l’ulteriore degrado. Il progetto vuole essere motore di promozione, memoria e conoscenza, creando un cantiere di ricostruzione culturale che possa stimolare quella ricostruzione materiale tanto attesa.

L’Aquila
2 luglio 15 agosto 2012
Info: www.icantieridell’immaginario.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *