Guardiagrele, lo chef Peppino Tinari ospite dell’alta cucina di Hong Kong

Lo chef Peppino Tinari, titolare con la sua famiglia dell’hotel e ristorante Villa Maiella di Guardiagrele, volerà a Hong Kong il prossimo mercoledì 30 ottobre per una tre giorni di altissima cucina all’interno del prestigioso ristorante Angelini dell’hotel Kowloon Shangri-la.

Ideatori dell’evento gli abruzzesi Marco Medaglia, primo chef del ristorante Angelini e Cristian Giancaterino, exsecutive chef del ristorante Cova di Hong Kong, attualmente titolare di una società di importazione e distribuzione di prodotti alimentari di qualità nella città cinese, che hanno fortemente voluto Peppino Tinari come ambasciatore della gastronomia italiana e abruzzese.

Forte del premio “Cantina dell’anno” per la Guida ai Ristoranti de L’Espresso che fa seguito ai numerosi altri riconoscimenti confermati da Gambero Rosso, da Slow Food e da Identità Golose, oltre che dalla guida rossa Michelin che da diversi anni premia il Villa Maiella con la “stella”, Tinari porterà la sua maestria ed esperienza oltre oceano con due serate a tema dedicate all’Abruzzo.

L’Abruzzo sarà dunque protagonista su una delle scene più raffinate ed esigenti del mondo, proponendo la tradizione e i profumi tipici della nostra terra, dalla pasta alla chitarra all’olio extravergine, dallo zafferano ai salumi di maiale nero abruzzese, dal semifreddo al parrozzo, dal farro e al tartufo.

Non mancheranno naturalmente i vini regionali con una selezione della cantina Ciccio Zaccagnini di Bolognano che saranno presentati dall’export manager Angelo Ruzzi.

Oltre ai due appuntamenti a tavola per cui è già tutto “sold-out”, verrà organizzata una Master Class di cucina abruzzese per illustrare a professionisti e appassionati i segreti della delle preparazioni regionali.

“Siamo molto felici di questo invito prestigioso – spiega Tinari – che ci consente di portare la nostra cucina in un contesto internazionale dove potremo anche far conoscere, valorizzare e promuovere le nostre eccellenze tipiche e le bellezze del nostro territorio in maniera che si possano ampliare le opportunità di business per le nostre aziende e stimolare il turismo nella nostra regione”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *