Giulianova, spettacolo di Natale di Servillo e Sparagna il 23 dicembre

Il programma de “La nuova stagione di teatro” a Giulianova . Il Festival “TERRE DI TEATRI 2014”,che la compagnia Terrateatro organizza a Giulianova da 7 anni presso il Centro Socio Culturale Annunziata , torna anche quest’anno dal 28  Novembre al 15 Febbraio, con importanti novità.

Promosso e sostenuto dall’Assessorato alla Cultura e dall’Amministrazione della Città di Giulianova ,con la direzione artistica di Cristina Cartone e Ottaviano Taddei della compagnia Terrateatro e il contributo della Fondazione Tercas. Il programma del Festival si arricchisce in questa stagione di nomi quali Sergio Rubini, Ambrogio Sparagna e Peppe Servillo. Ma conserva lo spazio dedicato alle compagnie, di livello nazionale, della nuova scena contemporanea e del teatro per ragazzi e famiglie. 

Per il cartellone di TEATRO DI PROSA dopo la calorosa risposta allo spettacolo di apertura di SERGIO RUBINI è il momento dello seppatcolo di Natale. Il secondo appuntamento di prosa sarà martedì 23 Dicembre, ore 21,15 , con lo spettacolo “Fermarono i Cieli” con PEPPE SERVILLO (voce) e AMBROGIO SPARAGNA (voce, organetto, zampogna), accompagnati da un Ottetto vocale e strumentale.

AMBROGIO SPARAGNA e PEPPE SERVILLO

con l’ottetto vocale-strumentale

“FERMARONO I CIELI”

Le canzoncine spirituali di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori

Con: Peppe Servillo (voce)

e Ambrogio Sparagna (voce, organetto, zampogna)

Ciaramella, ghironda, torototela: Erasmo Treglia

Zampogna gigante: Marco Tommasi

e con il gruppo vocale Quarta Aumentata

Intorno alla metà del Settecento Alfonso Maria de’ Liguori, fondatore dell’ordine dei Padri Redentoristi, cominciò ad accompagnare il suo lavoro pastorale fra i poveri del Regno di Napoli con la pratica di alcune canzoncine spirituali composte sia in dialetto che in italiano. Si trattava di canti dall’impianto semplice, che traevano spunto melodico da temi popolari, con cui il missionario insegnava ai “lazzari” i fondamenti del cattolicesimo, facendoli protagonisti dei rituali liturgici mediante la creazione di appositi gruppi di preghiera (cappelle serotine). Molte canzoncine erano legate al ciclo delle festività natalizie e fra queste le famosissime “Tu scendi dalle stelle”, “Quante nascette Ninno”, “Fermarono i cieli”, altre alla devozione

mariana. Lo spettacolo propone alcuni di questi canti religiosi popolari ed altri appositamente composti da Ambrogio Sparagna affidandoli all’interpretazione originalissima di Peppe Servillo, di un ottetto vocale e di un trio di strumenti popolari fra cui una zampogna gigante, un modello di straordinarie proporzioni (è alta quasi due metri) diffusasi nel regno di Napoli a partire dalla fine del settecento proprio allo scopo di accompagnare il repertorio tipico delle canzoncine spirituali.

INGRESSO € 15,00 PRENOTAZIONI:3391824676

IL TEATRO RAGAZZI

Dopo la pausa natalizia torna Domenica 1 Febbraio, ore 17.30 con la compagnia I FRATELLI CAPRONI di Milano con “L’omino del pane e l’omino della mela” Due buffi personaggi, mezzi cuochi e mezzi clown, creatori di storie fantasiose e di ricette, hanno deciso di preparare un lauto pranzetto a tutti i bambini e di spiegare loro i segreti dei cibi più buoni e della loro realizzazione. Ma uno dei due ha comprato solo una pagnotta e una mela… come faranno i nostri cuochi a preparare un pasto per tutti?

Domenica 8 Febbraio, ore 17.30 TEATRO DEL CERCHIO di Parma propone “Yoyo e Molly” Due personaggi rimasti soli. La prima è una ballerina, un tempo famosa, rimasta orfana del compagno, il secondo, un clown sempliciotto, privato del suo unico amico, Pulcinella. Nascerà così una nuova amicizia, forse un amore, che darà loro la speranza di ricominciare insieme

Domenica 15 Febbraio, ore 17.30 la compagnia TERRATEATRO di Giulianova presenta “Dr Jekyll e Mr Hyde” Nella trasposizione teatrale del testo letterario di Stevenson, Terrateatro segue la strada del giallo, del poliziesco, ponendo l’attenzione sull’ambivalenza dell’animo umano, non solo in senso negativo: dentro di noi ci sono modi diversi, a volte opposti, di vedere le cose, di interpretarle, di viverle.

 

Il cartellone di TEATRO CONTEMPORANEO partirà Venerdì’ 30 Gennaio, ore 21.15 con la compagnia di Alessandria LA BALLATA DEI LENNA con lo spettacolo “Cantare all’Amore” (vincitore Napoli Fringe Festival e Vincitore/ Selezione Premio In-Box 2014) . Una tristallegra storia dei giorni nostri che intreccia tra candore privo di speranza e arrivismo sgangherato tre vite senza coraggio. Quella di due sorelle, l’una di una bellezza vincente prossima a un matrimonio d’interesse, l’altra una poltiglia di difetti, scarica di aspirazioni, e quella di un sarto, campione della razza dei falliti, chiamato dalla bella a riparare l’abito da sposa usato.

Venerdì ’ 6 Febbraio, ore 21.15 TERRATEATRO E TEATRO DELLE FORMICHE presentano lo spettacolo “Tell me Otello” “Far finta di essere, o far finta di non essere”. Attorno a questo dilemma si muove lo spettacolo “tell me otello”.Tutta la storia originale viene interrotta e messa in discussione continuamente, alla ricerca di un finale,o di un modo per reinventare destini predefiniti. Gli attori diventano soldati veneziani a Cipro che si ritrovano, da secoli ormai, davanti al porto in attesa dell’ennesimo Otello, nella speranza che questo sia migliore dei precedenti.

Info e prenotazioni: 3391824676

POSTI NON NUMERATI

Teatro di prosa: € 15,00

Teatro contemporaneo: Euro 7,00

Teatro Ragazzi: Euro 4,00.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *