Giornata della Memoria a Civitella Roveto

Ricordare la Shoah, i milioni di ebrei morti nei campi di sterminio insieme a rom, sinti, dissidenti politici, omosessuali, disabili, ed esercitare la memoria e la Costituzione, perché l’orrore dell’olocausto non si ripeta e perché vengano sempre garantiti e riconosciuti i diritti di ogni uomo. Questo è stato il Giorno della Memoria nell’Istituto Comprensivo “Enrico Mattei” di Civitella Roveto.

Organizzata dall’Associazione Culturale “Il Liri”, dall’Anpi Marsica e dall’Istituto “Enrico Mattei”, insieme al Comitato Valle Roveto per il centenario del terremoto e con il patrocinio del Dipartimento cultura della Comunità ebraica di Roma, la mattinata, moderata da Emanuele D’Andrea, si è aperta con i saluti della Dirigente Scolastica Maria Venuti e dei sindaci di Civitella Roveto e Canistro, Raffaelino Tolli e Antonio Di Paolo.

A seguire gli interventi di Giovanni D’Amico e Antonio Rosini per l’Anpi e di Mauro Rai, presidente del “Il Liri”. Prima della presentazione dei lavori degli studenti, poi, l’intervento di Maria Caterina De Blasis dal titolo “Dalle leggi razziali alla Costituzione”.

Tutti i presenti hanno sottolineato come il Giorno della Memoria non possa essere solo una cerimonia commemorativa, ma debba rappresentare un fondamentale momento di confronto per costruire l’impegno e combattere ogni forma di violenza e discriminazione.

La manifestazione, animata anche dalle letture di Stefania Evandro del Teatro Lanciavicchio, si è brillantemente conclusa con i bambini della V elementare di Ripandelli che hanno recitato la poesia “L’alfabeto della pace”, con la quale hanno partecipato al concorso “I giovani ricordano la Shoah” e con un coinvolgente e commovente video in cui gli alunni della Scuola Media hanno invece raccontato con testimonianze, immagini e disegni la Shoah dei bambini.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *