Gagliano Aterno, pellegrinaggio per San Francesco nella Valle Subequana il 18 agosto

“A Baullo con San Francesco” e’ il titolo di un’interessante iniziativa che da seguito al progetto di valorizzazione della figura del santo di Assisi riconducibile al suo storico passaggio nella Valle Subequana. La manifestazione, promossa dall’Associazione “Fonte Canale” in collaborazione con il Comune di Gagliano Aterno (Centro di Documentazione Etnografica) e la Parrocchia di S. Martino Vescovo, prevede lo svolgimento di un pellegrinaggio all’Oratorio di S. Francesco posto nell’altopiano di Baullo. La manifestazione e’ in programma lunedi’ 18 agosto. Il crono programma dell’evento religioso e culturale contempla i seguenti momenti organizzativi: ore 9,00 – avvio corteo con automobili dal piazzale della chiesa di S. Chiara e arrivo all’edicola della Madonna del Carmine posta sui bastioni del Monte Sirente; ore 9,15 – composizione corteo processionale e avvio dello stesso in percorso pellegrinale verso l’altopiano di Baullo distante circa 2,5 km facilmente percorribili con minimo dislivello; ore 11,00 – celebrazione di una Santa Messa officiata dal parroco Don Vincenzo Cianfaglione presso l’Oratorio di S. Francesco d’Assisi. Il nuovo piccolo oratorio e’ stato recentemente costruito nelle immediate adiacenze dell’originario Locum Sancti Francisci, testimonianza del primo francescanesimo in terra d’Abruzzo. Alle ore 12,00, infine, e’ fissata la visita al luogo in cui sorse la fonte miracolosa posta nei pressi dell’oratorio dove Maria da Gagliano ricevette la grazia della guarigione da S. Francesco e alle 12,45 un momento di ristoro per i partecipanti. L’iniziativa – affermano in una nota l’associazione ‘Fonte Canale’ e il Comune di Gagliano Aterno – vuole essere un doveroso e sentito omaggio al Santo della Pace, della Carita’ e al Cantore del Creato che ha dato onore all’intero territorio Subequano con la sua presenza fisica e il suo indelebile carisma lasciando tracce evidenti di fervida religiosita’ e ricchezza di storia, arte e architettura.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *