Fossa, nasce il villaggio d’arte dei bambini l’11 ottobre

La prima struttura del Villaggio d’Arte dei Bambini che sta sorgendo a Fossa (L’Aquila), tra il nuovo Borgo di San Lorenzo e la necropoli verrà inaugurata sabato 11 ottobre alle ore 10:30. L’edificio museale sarà anche la sede operativa dell’Associazione Culturale “MuBAQ – Museo dei Bambini L’Aquila”, fondata dall’artista aquilana Lea Contestabile.

Il Museo, nato per sviluppare nei piccoli la creatività coniugando formazione e arte, sarà uno spazio vitale in cui i bambini, non solo aquilani, potranno sperimentare l’arte nelle sue varie forme espressive. Il MuBAQ fa parte dell’organizzazione internazionale dei Childrens Museum Hands On! Europe, che rappresenta e sostiene il ruolo fondamentale di queste associazioni no-profit quali centri socio-culturali che promuovono la curiosità e l’immaginazione nei bambini, con il gioco che ispira creatività, nonché un apprendimento informale e duraturo. Il Museo è stato realizzato grazie alla generosità di artisti e di sponsor privati.

Al suo interno è stato attrezzato uno spazio per lo svolgimento delle attività didattico-formative ed effettuato l’allestimento di una sala espositiva di opere della collezione permanente del Museo firmate da artisti nazionali e internazionali. Il progetto integrale prevede un “Parco d’arte” che accoglierà in progress opere site specific (in parte già installate) che i bambini e i loro parenti potranno vivere in libertà.

“La giornata di sabato si inaugurerà alla presenza delle autorità religiose e laiche – si legge in una nota degli organizzatori – parteciperanno inoltre, insieme ai bambini di Fossa, gli amici delle scuole del territorio. Non mancheranno, inoltre, le associazioni culturali, gli artisti, gli storici dell’arte, i critici, gli operatori locali e nazionali che in questi anni hanno collaborato con il Museo e gli sponsor che hanno permesso la realizzazione del progetto. Tutti i cittadini del cratere sono invitati a condividere questo gioioso incontro. La Banda musicale dell’Istituto comprensivo ”Mazzini-Patini”dell’Aquila, diretta dal Professore Gianluca Pio, allieterà i presenti”.

“Questo primo passo nel difficile contesto sociale ed economico in cui ancora versano la città dell’Aquila, le frazioni, i Comuni vicini e quelli del cratere sismico, assume anche una forte valenza simbolica – conclude l’associazione – costituendo, proprio il Museo dei Bambini, un luogo aggregativo di particolare pregnanza didattica e culturale, nonché un prezioso, innovativo ed insostituibile tassello della ricostituenda rete museale aquilana distrutta dal sisma di oltre cinque anni fa”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *