Expo: incontro “Il Perdono nutre il Mondo” il 18 settembre

L’universale messaggio di Papa Celestino V dall’Aquila all’Expo di Milano con “Il Perdono nutre il Mondo”, incontro organizzato per celebrare i suoi primi 30 anni di attività dalla One Group Edizioni a testimonianza dell’impegno che l’azienda aquilana, operante dal 1985 nel campo della comunicazione e dell’editoria, dedica alla diffusione del lascito di Papa Celestino V e alla conoscenza del più antico Giubileo della storia che si celebra ogni anno all’Aquila dal 28 al 29 agosto, da oltre 700 anni.

L’appuntamento nasce come contributo a sostegno della candidatura della Perdonanza Celestiniana a patrimonio immateriale dell’umanità con il riconoscimento Unesco: un traguardo ormai vicino, caparbiamente perseguito da un movimento non soltanto cittadino e dal Comitato Perdonanza di cui sarà presente il coordinatore Alfredo Moroni.

L’evento del 18 settembre, con inizio alle 17, presso Casa Abruzzo (via Fiori Chiari, 9) – oltre alla presentazione del volume 30 anni di Perdonanza con l’autore Angelo de Nicola e Francesca Pompa, presidente One Group – prevede una serie di interventi che offriranno significative chiavi di lettura e di approfondimento del messaggio di Papa Celestino V e del Giubileo aquilano: Goffredo Palmerini, ambasciatore d’Abruzzo nel mondo; Francesco Lenoci, docente dell’Università Cattolica di Milano; Paola Guerra Anfossi, direttrice della Scuola Internazionale Etica e Sicurezza dell’Aquila; Giuseppe Tandoi, regista del docufilm Nolite Temere sulla vita del monaco Pietro del Morrone, diventato nel 1294 Papa Celestino V. Saranno inoltre presenti: Maura Sergio in un costume della dama del corteo della Bolla e Lorenzo Di Marzio, presidente dell’Associazione L’Aquila Made In.

 

A conclusione della giornata, dopo una degustazione di prodotti tipici offerti dai Gal (Gruppi azione locale) d’Abruzzo di cui sarà presente Manuela Cozzi, direttore tecnico Gal Gran Sasso – Velino, verrà proiettata alle 20.00 l’edizione integrale del film Nolite Temere.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *