Expo: appuntamento con ‘Rivelazioni’ dal 3 all’11 settembre

Il Polo di Innovazione Art Italia per l’artigianato artistico e di pregio abruzzese e l’Università di Teramo organizzano a Milano nove giorni di eventi per presentare i progetti basati sull’unione tra tradizione e innovazione. Previste mostre, conferenze e tavole rotonde. L’iniziativa ‘Rivelazioni’, che si terrà in occasione dell’Expo dal 3 all’11 settembre, è stata presentata oggi nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sede della Regione Abruzzo, a Pescara. Le creazioni degli artigiani abruzzesi saranno ospitate nella splendida cornice di Palazzo delle Stelline, nel cuore di Milano, e poi a Casa Abruzzo, nel quartiere di Brera. Attraverso i manufatti artistici sarà possibile scoprire quanto questi artigiani stiano mutando la traiettoria progettuale del loro mestiere attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, ponendosi come mediatori tra la tradizione e le attuali applicazioni offerte dal digitale. “L’Abruzzo potrà essere ammirato da tutto il mondo – ha detto in conferenza stampa Camillo D’Alessandro, sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo – Palazzo delle Stelline è il tempio del design italiano e poter raccontare in questo luogo la nostra storia attraverso la tradizione dell’artigianato abruzzese, rappresenta un grande prestigio per il nostro territorio”. Raffaella Morselli, docente di Storia dell’Arte Moderna dell’Università di Teramo, Ilaria Valentini, direttrice del Polo Art Italia, e Massimiliano Scuderi, architetto e curatore d’arte contemporanea, hanno rimarcato “il ruolo strategico che la formazione, la ricerca e il trasferimento tecnologico possono svolgere in favore dei sistemi produttivo locali e in particolare dell’artigianato artistico”. Nell’ambito degli eventi di Milano sarà presentato anche il numero speciale della rivista MU6, curata da Moreselli e Scuderi, sull’arte, l’artigianato e il design in Abruzzo. Inoltre verrà stampata in diretta con modalità 3D la “presentosa” in materiali innovativi e coloratissimi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *