Teramo, Territorial Pissing l’11 maggio

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 11/05/2016
dalle Tutto il giorno

Luogo
Teramo

Categorie


13043514_1023645957731207_6717080006653715404_nIn collaborazione con il Movimento NO Autodromo, presentiamo Territorial Pissing, Reading in musica di Brigate Poeti Rivoluzionari, che attraversa lo stivale a difesa dei territori del Bel Paese assediati da politiche devastanti, consumistiche, miopi e persino militaristiche. Perché “la poesia è un’arma come lo sono una pistola o una pietra, con la differenza che è in grado di risvegliare le coscienze delle persone colpite al cuore; anziché ucciderle le fa rinascere.La poesia è un arma e il poeta è un combattente.”

Pippo Marzulli: Testi & Voce
Dario Nitti: Batteria

Territorial pissing è una storia che parte da molto in alto, dall’alto di decisioni disumane calate come cemento su milioni di vite.
Il nostro viaggio inizia da una piccola valle arroccata tra monti verdeggianti, divenuta un simbolo di libertà e difesa del territorio. Uno scossone libertario che attraverso fiumi, lo stormire degli alberi, la voce del popolo nelle vie e nelle piazze, si è sparso in tutto il “Bel Paese”.
In questo concerto poetico sono racchiuse le sensazioni, le voci, i suoni, le speranze non solo di una popolazione stremata dalla devastazione territoriale che la sta investendo, ma di un intero ecosistema stuprato in nome del capitale.
Attraverseremo tutta la penisola unificata, non da una bandiera macchiata di sangue sin nelle rifiniture più nascoste, ma dalla voglia di riscatto della propria dignità. Da un senso di ribellione all’ondata repressiva e militarista che caratterizza ampie fette del NOSTRO territorio.
In questa performance anche le pietre hanno un anima – voce e implorano di non essere calpestate ma lanciate in nome della libertà.
Il TAV, l’autodromo del Gran Sasso, l’Ombrina mare, l’ILVA, la Xylella, la TAP, e le trivellazioni, sono alcuni dei contesti di lotta, di mobilitazione popolare descritte, non solo attraverso lo sguardo umano ma anche attraverso quello della natura.

# Ingresso riservato ai soci Fenalc

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: