Teramo, presentazione volume Eduardo visto da vicino il 23 maggio

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 23/05/2016
dalle 18:00 alle 19:30

Luogo
Teramo

Categorie


ajaxmailLunedì 23 maggio alle ore 18, presso la Sala Polifunzionale della Provincia di Teramo in Via Comi, l’evento conclusivo del “MAGGIO.FEST 2016”. In collaborazione con la Biblioteca Dèlfico, il secondo incontro targato Ricerche&Redazioni: Mario De Bonis e la seconda edizione accresciuta del suo fortunato volume “Eduardo visto da vicino”.

A presentare il volume, oltre al patron del Festival Silvio Araclio, due ospiti d’eccezione: il prof. Adelmo Marino dell’Università di Teramo, estensore della densa prefazione al volume, e il prof. Marino Demata, Presidente dell’associazione “Rive Gauche, ArteCinema” di Firenze. Demata collabora con numerose riviste, quali «Diari di cineclub», «Carte di cinema», «River Flash», «Fedic notizie» e col “Centro Studi PPP Casarsa”. Ha organizzato in Italia numerose iniziative sul rapporto artistico tra Pasolini e Eduardo. E’ Autore del saggio Il destino nel cinema e nella realtà.

Per gli appassionati del grande Eduardo De Filippo, amanti della napoletanità, l’appuntamento è in Biblioteca Dèlfico/Sala Polifunzionale alle ore 18, per assistere all’avvincente conferenza-recital di Mario De Bonis, tra poesie, poemetti e inediti aneddoti di vita vissuta del grande artista partenopeo.

Il Libro di De Bonis

Seconda edizione aggiornata e accresciuta del volume su Eduardo poeta del Novecento. Eduardo De Filippo “visto da lontano” è già grande: commediografo, drammaturgo, autore, attore, regista, maestro di teatro. “Visto da vicino”, con gli occhi incantati di un suo amico personale e studioso della sua arte teatrale – l’Autore Mario De Bonis -, si illumina anche come grande poeta.

La novità del libro è nella dolce esegesi di versi napoletani che incorniciano temi essenziali della vita dell’uomo: la famiglia, gatte e cani, la fede, l’amore, i costumi, la politica, la natura, le emozioni, la tristezza, la filosofia, la riconoscenza, l’amicizia, la cucina povera napoletana, tra gestualità e dialettalità, tra incoraggiamenti, promesse e speranze, in un piccolo album di ricordi.

Il volume è arricchito da un apparato iconografico di estremo interesse: bellissime immagini fotografiche di Eduardo De Filippo, biglietti autografi del grande commediografo, articoli a stampa, fotografie dei momenti conviviali dell’Autore De Bonis impegnato in serate di beneficenza in tutto il mondo e tanto altro ancora, in un libro tutto da gustare.

Così il Prof. Adelmo Marino (Università degli Studi di Teramo) nella presentazione al volume: “Napoletano di nascita, abruzzese d’adozione e teramano d’elezione, Mario De Bonis è stato un accreditato esponente del mondo finanziario alle dipendenze del Banco di Napoli per oltre quarant’anni, raggiungendo i vertici della carriera bancaria provinciale e regionale. Il lavoro nella banca, però, non gli ha precluso la passione per la letteratura e per la ricerca scientifica. È sufficiente ricordare che per anni ha fatto parte, sotto la presidenza della prof.ssa Rita Levi-Montalcini, del Collegio Sindacale della Treccani, cioè della celebre casa editrice dell’omonima enciclopedia italiana, favorendone la continuità. De Bonis è diventato il più raffinato interprete della poesia di Eduardo in Italia e all’estero e memorabili sono rimaste le serate trascorse in America latina. La sua presenza è una “magia” e le sue recite colorite, ricche di aneddoti personali e di gesti accattivanti, un profluvio di emozioni e riflessioni piacevoli. Oggi ha raccolto, per gli amici che lo conoscono e per quelli che lo vogliono conoscere o rileggere, questo volume dal significativo titolo “Eduardo visto da vicino” proprio per non disperdere la freschezza e la genuinità dei ricordi”

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: