Teramo, convegno Linee di indirizzo della Regione per ristorazione scolastica il 27 luglio

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 27/07/2016
dalle 11:30 alle 13:15

Luogo
Teramo

Categorie


Mercoledì 27 luglio alle ore 11,30 presso l’aula convegni del Sian (Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione) in Contrada Casalena a Teramo si svolgerà il convegno sulle “Linee di indirizzo della Regione Abruzzo per la ristorazione scolastica” Interverranno l’assessore per la Programmazione alla Sanità Regione Abruzzo Silvio Paolucci, il direttore generale della Asl di Teramo Roberto Fagnano, con la direttrice sanitaria Maria Mattucci, il direttore amministrativo Maurizio Di Giosia, Stefania Melena dirigente del Servizio di Prevenzione, Tutela Sanitaria e del Welfare, Coordinatore Piano Regionale Prevenzione Direzione Politiche della Salute Regione Abruzzo, Maria Maddalena Marconi Referente Azione 4 “Una sana alimentazione per la Scuola in Salute” del Programma 2 “A Scuola di Salute” Un’alimentazione equilibrata e corretta, ma anche gradevole ed accettabile rileva la Asl in una nota – costituisce a tutte le età un presupposto essenziale per il mantenimento di un buono stato di salute e, in età evolutiva, anche per garantire una crescita ottimale. E’ ormai accettato dalla comunità scientifica internazionale lo stretto legame tra sana alimentazione e salute, non solo dai primi giorni dopo la nascita, ma già a partire dalla vita intrauterina. La promozione di comportamenti alimentari corretti nel bambino è riconosciuta come uno degli interventi prioritari per favorire il controllo dell’attuale epidemia di obesità. Per questo la ristorazione scolastica – sottolinea l’azienda sanitaria – rappresenta per i più piccoli utenti un momento prezioso di apprendimento ed un’opportunità per promuovere sane abitudini alimentari, coinvolgendo non solo i bambini, ma anche le famiglie e docenti, con l’intento di favorire e mantenere nel tempo corretti stili di vita, al fine di prevenire le malattie cronico-degenerative (obesità, diabete, malattie cardiovascolari, tumori, osteoporosi, ecc…). Rendere più facili scelte salutari – conclude la Asl – è pertanto un potente investimento per ridurre nel lungo periodo il peso di tali malattie sul sistema sanitario e sulla società.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: