Teramo, alla Biblioteca Delfico il seminario Leggere senza fine l’11 maggio

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 11/05/2016
dalle Tutto il giorno

Luogo
Teramo

Categorie


Ogni bambino ha diritto ad essere protetto non solo dalla malattia e dalla violenza ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo. Questo è il cuore di Nati per Leggere. Dal 1999, il programma ha l’obiettivo di promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita. Recenti ricerche scientifiche dimostrano come il leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale (è una opportunità di relazione tra bambino e genitori), che cognitivo (si sviluppano meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura). Inoltre si consolida nel bambino l’abitudine a leggereche si protrae nelle età successive grazie all’approccio precoce legato alla relazione.

Nati per Leggere è promosso dall’alleanza tra bibliotecari e pediatri attraverso le seguenti associazioni: l’Associazione Culturale Pediatri – ACP che riunisce tremila pediatri italiani con fini esclusivamente culturali, l’Associazione Italiana Biblioteche – AIB che associa oltre quattromila tra bibliotecari, biblioteche, centri di documentazione, servizi di informazione operanti nei diversi ambiti della professione e il Centro per la Salute del Bambino – ONLUS – CSB, che ha come fini statutari attività di formazione, ricerca e solidarietà per l’infanzia.

 

Domani pomeriggio, alla Biblioteca Delfico (11 maggio, ore 17) grazie all’iniziativa dell’Istituto comprensivo Montorio-Crognaleto e al gruppo lettori volontari dell’associazione “Nati per leggere” si svolgerà il seminario “Leggere senza fine” . Intervengono Eleonora Magno, dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo di Montorio-Crognaleto e Tito Vezio Viola, Direttore biblioteca Comunale di Ortona Presidente A.I.B. sez. regionale Abruzzo. Introducono il presidente Renzo Di Sabatino e Nadia di Luzio, responsabile quest’ultima della biblioteca “Delfico”. L’iniziativa è aperta al pubblico.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: