Progetto LIFE PLUTO: si formano i conduttori di sei nuovi Nuclei Cinofili Antiveleno

Mappa non disponibile

Data
dal 28/04/2016
dalle Tutto il giorno

Categorie


I partecipanti al corso di formazioneE’ partito, nell’ambito nel progetto Life PLUTO, del quale il Parco nazionale Gran Sasso – Laga è beneficiario coordinatore, il primo corso di qualificazione per i conduttori dei sei Nuclei Cinofili Antiveleno che  saranno presto operativi in undici regioni italiane.  Protagonisti del corso, insieme agli entusiasti neo conduttori  del Corpo Forestale dello Stato, che è partner del progetto, i sei vivaci cani che l’addestratore e conduttore spagnolo Raúl Martín ha magistralmente specializzato nella ricerca del veleno.

Il corso si sta svolgendo proprio in questi giorni nella Riserva dello Stato di Marsiliana, in provincia di Grosseto, dove si chiuderà il 6 maggio, dando modo al personale CFS di apprendere le tecniche di addestramento dei cani e di intervento sul campo per effettuare ispezioni efficaci e sicure alla ricerca di bocconi e carcasse avvelenati.

A questi primi sei cani: quattro pastori belga malinois (Vida, Puma, Noche e Africa) e due labrador (Danko e Thor), se ne aggiungeranno altrettanti il prossimo autunno, in modo che ciascuno dei sei Nuclei Cinofili Antiveleno possa contare su due cani, oltre che su di un conduttore e due figure di supporto già formate nell’ambito di un precedente corso di qualificazione. Sedi dei futuri Nuclei Cinofili Antiveleno sono cinque parchi nazionali (Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, Monti Sibillini, D’Abruzzo Lazio e Molise, del Cilento e del Pollino) e il Comando Provinciale di Isernia.

Partecipano al corso anche i due neo-conduttori delle unità cinofile antiveleno che il Corpo Forestale dello Stato sta attivando nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, nell’ambito del progetto LIFE MIRCO-Lupo, ai quali sono assegnati un labrador ed un pastore tedesco, e in Provincia di Grosseto, nell’ambito del progetto LIFE MedWolf, cui è stato destinato un labrador.

Oltre alle sessioni teorico – pratiche, il corso accoglie anche importanti contributi di esperti, quali Giancarlo Papitto (CFS), Anna Cenerini (Parco Nazionale Gran Sasso – Laga),Nacer Haouet e Gina Biasini (Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria e Marche) e Valerio Bianchini,  nutrizionista di Trainer, marchio italiano di mangimi per cani e gatti che supporta gli NCA con la fornitura di alimenti e attrezzature.

Un prezioso trasferimento di esperienze verrà da Alessandra Mango del CTA CFS del Parco, conduttrice del primo Nucleo Cinofilo Antiveleno d’Italia, nato nel Parco Gran Sasso – Laga grazie al progetto LIFE ANTIDOTO che ha ormai all’attivo cinque anni e mezzo di attività, e da Emanuele Gallo e Simone Peraldo, conduttori dei Nuclei Cinofili Antiveleno del progetto LIFE WolfAlps, operativi dal 2015.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: