Premio Silone, il racconto delle due giornate

Mappa non disponibile

Data
dal 29/04/2016 al 30/04/2016
dalle Tutto il giorno

Categorie


Si è conclusa il 30 aprile scorso la XX Edizione del Premio Internazionale “Ignazio Silone”. Riportiamo a seguire un breve resoconto dei momenti più salienti dell’annuale kermesse pescinese.

Giorno 1 – 29 Aprile 2016.

Durante la prima giornata di celebrazione della XX Edizione del Premio Internazionale “Ingazio Silone”, il vincitore Drago Jančar, dopo essere stato accolto nella sede della Regione Abruzzo dell’Aquila dal Presidente del Consiglio Regionale Giuseppe Di Pangrazio e dal Consigliere Regionale e Presidente della I Commissione Maurizio Di Nicola, ha incontrato a Pescina i ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Fontamara”. L’occasione è stata feconda per rispondere ad alcune domande degli studenti rivolte allo scrittore, che ha fatto loro i complimenti per l’acutezza dei quesiti nonostante la giovane età degli interlocutori.
A seguire, i ragazzi dell’Ass.ne Culturale “Il Laboratorio” di Pescina, con la collaborazione dell’attrice Alessia Amendola, hanno dato lettura di alcuni passi dell’ultimo libro di Jančar: “Stanotte l’ho vista”. Hanno partecipato al dibattito, oltre allo scrittore e al Sindaco di Pescina Stefano Iulianella, l’Assessore alla Cultura della città Ester Cicchetti, la Prof.ssa e membro della giuria del Premio Liliana Biondi, e l’interprete e traduttrice per l’italiano delle opere di Jančar Veronika Brecelj.

Ha concluso questa prima serata l’esibizione della corale pescinese “Octava Dies”, diretta dal Maestro Mario di Legge con la partecipazione del Maestro Francesco Mammola.

Giorno 2 – 30 aprile 2016.

La seconda giornata della manifestazione si è aperta con i saluti del Sindaco della Città Stefano Iulianella, che ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento, in primis la Regione Abruzzo. Sono dunque intervenuti l’assessore provinciale nonché sindaco di Gioia Dei Marsi Gianclemente Berardini e il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, che ha voluto rimarcare l’importanza del premio Silone nell’ottica del palinsesto culturale regionale. Lo stesso D’Alfonso, assieme al Sindaco Iulianella e al Consigliere Regionale Maurizio Di Nicola, ha certificato con la consegna di una targa commemorativa il conferimento della cittadinanza onoraria di Pescina all’illustre mecenate italiano Prof. Emmanuele F.M. Emanuele.

Si è passati poi alla consegna dei conferimenti in seno al Premio Silone. Dapprima il Cons. Reg. Di Nicola ha insignito di una menzione speciale lo storico pescinese Diocleziano Giardini “per aver scandagliato, spesso in difficile solitudine, molti archivi nella ricerca di ogni possibile materiale ricollegabile a Silone e a “Fontamara”; per aver difeso, con la forza della ragione e dei documenti storici ricercati, l’integrità morale dello scrittore abruzzese.” Lo stesso Di Nicola ha poi consegnato il premio “Fontamara” al prof. Emanuele Felice, giovane e affermato studioso abruzzese che ha saputo con le proprie ricerche stimolare una riflessione critica sulle problematiche relative alla situazione del Mezzogiorno.

Successivamente è stato premiato Drago Jančar, vincitore del Premio Internazionale “Ignazio Silone”. Le motivazioni sono state enunciate della Prof.ssa Liliana Biondi, che è stata anche la prima a suggerire la candidatura dello scrittore sloveno all’assegnazione del premio. Si legge nel testo: “Narratore, saggista, drammaturgo, pubblicista, Drago Jančar, con una scrittura realistica e fantasiosa, con uno stile intriso di sottile ironia, si fa squisito cantore della sua Slovenia, della libertà, dei valori democratici, del sentimento dell’amicizia tra popoli. Quanto più, questi, sono perseguitati o annientati dal potere o dall’ignoranza, tanto più, “cristianamente”, risuonano alti, luminosi, universali”. Lo scrittore, molto emozionato, dopo aver ricevuto il premio ha voluto fare una sorpresa ai presenti in sala e ai pescinesi tutti mostrando un ritratto dello stesso Ignazio Silone realizzato anni addietro da un’artista sloveno. Del ritratto, inedito fino a quel punto, ne è stata consegnata una copia al sindaco di Pescina.

La mattinata si è conclusa con l’assegnazione dei premi di categoria ai tesisti Leila Kechoud e Matteo Iarlori, ed ai ragazzi delle scuole superiori che hanno partecipato alla sezione loro dedicata.

Nel pomeriggio il Maestro Guido Ruggeri ha presentato alcuni estratti musicali di sinfonie da lui realizzate per l’opera “Le Avventure di Tonio Zappa”, audiolibro realizzato su un’opera inedita di Silone, cui ha prestato la voce l’attore e doppiatore Edoardo Siravo. Al termine della presentazione dell’audiolibro, di cui ne sono stati ascoltati alcuni estratti, il Premio “Fontamara” alle Istituzioni è stato consegnato alla direttrice dell’Associazione Italiana Biblioteche, Enrica Manenti. La motivazione si sostanzia nell’impegno che l’associazione da sempre dedica alla promozione dei valori attinenti alla pubblica lettura intesa come strumento di salvaguardia sociale e di elevazione culturale, sia nel campo della tutela e valorizzazione della professione bibliotecaria, di cui ha promosso, seguito e favorito con successo anche il costante adeguamento alle nuove metodologie, sollecitato dal progresso tecnologico e dalle necessità di potenziamento di un moderno ed irrinunciabile servizio di alta valenza. Ha concluso la giornata e la manifestazione una tavola rotonda cui hanno partecipato, oltre al Sindaco Iulianella e alla Presidente AIB Manenti, Tito Vezio Viola (Presidente AIB Abruzzo), il prof. Walter Capezzali e il Dott. Francesco Tentarelli, responsabile dell’Ufficio Soprintendenza ai Beni librari e Biblioteche della Regione Abruzzo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: