Pettorano Sul Gizio, Etnica in piazza, Mediterraneo e dintorni: concerto il 28 agosto

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 28/08/2016
dalle 21:30 alle 23:30

Luogo
Pettorano Sul Gizio

Categorie


inserra salviRassegna di musica etnica, XI edizione
Agosto 2016:
28 – Mario Salvi (organetto) e Raffaele Inserra (tammorra)

Il concerto si terrà in Piazza Arischia, Castello Cantelmo, dalle ore 21,30.

Ingresso libero.

MARIO SALVI

Mario Salvi nasce a Roma nel 1956 e comincia ad interessarsi alla musica tradizionale dell’Italia centro-meridionale nel 1977 svolgendo ricerche sul campo nel Lazio e in Campania.
In tale contesto si interessa dapprima allo studio degli strumenti tradizionali a percussione (tamburello, tammorra, ecc.) e poi, dal 1979, inizia a suonare la fisarmonica diatonica tradizionalmente nota come “organetto”. Questa piccola fisarmonica popolare diventa ben presto il suo strumento prediletto, portandolo in pochi anni a distinguersi come uno dei migliori interpreti dell’organetto italiano. Dal 2000 risiede in Puglia, tra Ostuni e Cisternino (BR).
Da 30 anni svolge la propria attività concertistica in Italia e all’estero, sia con gruppi musicali, sia come solista.
Contemporaneamente si dedica anche all’insegnamento dell’organetto, accumulando una notevole esperienza didattica.
Dal 1983 ad oggi tiene corsi e seminari a Roma, Milano, Firenze, Sermoneta, Forlimpopoli, Urbino, Rieti, Viterbo, Belluno, Lecce, Ostuni, l’Aquila, Cuneo, Pistoia, Rovigo, Massafra, Padova, in Francia (Antibes), in Spagna (Barcellona) e in Olanda (Groningen).
Dal 2000 al 2005 tiene un corso annuale di organetto presso il Centro Accademico Musicale di Villa Castelli (BR).
Dal 2003 al 2006 è docente di organetto presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, nell’ambito del corso sperimentale di musica popolare ideato da Daniele Durante.
Tra i numerosi musicisti e gruppi di matrice popolare con cui Mario Salvi ha collaborato, vi sono: Ambrogio Sparagna, Riccardo Tesi, Roberto Tombesi, “Ciuma” (S. Delvecchio), Luciano Gaetani, Raffaele Inserra, Nando Citarella, Carlo Rizzo, Stefano Tavernese, Gisella Di Palermo, Giampiero Mazzone, Luciano Orologi, Viola Buzzi, Tarantula Rubra, Arnaldo Vacca, Tonino Zurlo, Antonio Esperti, Giandomenico Caramia, Mimmo Epifani, Carlo “Canaglia” De Pascali, Canzoniere della Ritta e della Manca (BN), Indaco (RM), Modena City Ramblers, Radicanto (BA), Specimen (LE), Aramirè (LE), Menamenamò (LE).
Dal 1984 persegue una propria ricerca espressiva e compositiva, che lo porta nel 1988 a incidere il disco LP “Effetti Personali”, e successivamente nel 1997 il CD “Caldèra”.
Nel 2002 incide il CD “Il mare di lato” in trio con gli organettisti Stefano “Ciuma” Delvecchio (Bevano Est) e Roberto Tombesi (Calicanto).
Nel 2003 pubblica il CD “Taranteria”, dedicato alla tarantella nelle varie forme tradizionali regionali e in versioni di propria composizione.
Nel 2001 crea il sito web www.organetto.it, primo portale di informazioni interamente dedicato all’organetto in Italia.
Tra il 2001 e il 2005 realizza con il compianto Giandomenico Caramia una ricerca sulla tradizione dell’organetto a Villa Castelli (BR), pubblicata nel 2008 con il libro-CD “La pizzica nascosta” (Ed. Kurumuny).
Dal 2004 collabora con il gruppo spontaneo “I Cantori di Villa Castelli”, formato da organettisti e cantori tradizionali del paese omonimo.
Ideatore e direttore artistico dell’OrganettoFestival di Villa Castelli, edizioni 2004, 2005, 2006, 2008 e 2009, ha altresì curato nel 2005, 2009, 2010 e 2012 l’organizzazione a Cisternino (BR) de “Il Borgo Cantato” – festival di musica tradizionale in Valle d’Itria.

 

RAFFAELE INSERRA

Un maestro di questo antico strumento,o’ tammurr, è Raffaele Inserra,(che ne è anche uno straordinario costruttore). Raffaele si è formato in più di trent’anni di esperienze con i più grandi maestri della tradizione campana. Ricorda sempre nei suoi discorsi Antonio Torre considerato la leggenda della tammorra da R. De Simone e da cui ha appreso il battito viscerale e incessante. Per più di dieci anni ha partecipato a festival di musica popolare di tutta Italia insieme a tre “anziani” cantori, Zi Giannino, Zi Tore e Zi Michele. Collabora oggi con Mario Salvi ed altri artisti del panorama musicale italiano.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: