Pescara, teatro d’autore con “Inverno di Jon Fosse” al Florian

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 21/01/2017 al 22/01/2017
dalle Tutto il giorno

Luogo
FLORIAN METATEATRO

Categorie


FLORIAN METATEATRO Centro di Produzione Teatrale presenta per TEATRO D’AUTORE ed altri linguaggi, con la direzione artistica  Giulia Basel

sabato 21 alle ore 21.00

domenica 22 Gennaio alle 17.30

Inverno di Jon Fosse,  regia di Vincenzo Manna

un progetto di Vincenzo Manna e Anna Paola Vellaccio, adattamento e regia Vincenzo Manna, con Anna Paola Vellaccio e Flaminia Cuzzoli, assistente alla regia Andrea Vellotti, costumi e oggetti di scena Cassepipe Compagnia, produzione Florian Metateatro, in collaborazione con ATCL e RIC-Festival 2014.

Torna a Pescara, dopo un lungo percorso che lo ha visto riscuotere grande interesse e consensi dal Teatro India di Roma ai Teatri di Vita di Bologna, dal Teatro Studio di Scandicci al Teatro Libero di Palermo, dal Festival di Rieti Invasioni Creative alla Limonaia di Sesto Fiorentino, al Teatro Kismet di Bari, e prima di ripartire in tournée per le Officine Caos di Torino, uno degli spettacoli di punta del Florian Metateatro.

Una gelida alba d’inverno, un parco, una ragazza un po’ sbronza, forse drogata, e una  donna seduta su una panchina. Fra di loro inizia ben presto un inquietante passo a due, scandito da una partitura di gesti minimi e frasi smozzicate, che sottolinea i momenti di  un incontro impossibile. Ma proprio l’incontro casuale è l’inizio di una tenera e dolorosa storia d’amore che si snoda fra il chiuso di anonime camere d’albergo, solitari giardini urbani, bar.  Un’indagine sulla solitudine e il desiderio, sull’“eccesso di  realtà” fisico ed emozionale, che lacera all’improvviso la banalità del quotidiano.

“Vincenzo Manna scommette in un pazzo futuro. L’uomo e la donna sono diventati due donne (e ciò conferisce a “Inverno” una credibilità perfino maggiore con quelle due attrici, Anna Paola Vellaccio e Flaminia Cuzzoli, di colpo mutate l’una nell’altra in una impressionante, astratta scena di sesso) […] il dramma si presenta stravolto nella forma, che definirei rock: per la velocità, per la qualità di sfumature e sottigliezze nel gesto, laddove il dramma di Fosse resta quello di un doloroso retaggio della condizione umana, che meno si solleva da terra quanto più aspira a librarsi in volo” (Franco Cordelli, Corriere della Sera)

Dopo la prima per “Incontri a teatro” seguirà un colloquio con la compagnia a cura di Paolo Verlengia.

Ingresso euro 10  ridotto euro 8

ridotto speciale per le scuole di teatro convenzionate euro 6

Si consiglia la prenotazione tel 085 4224087  393 9350933

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: