Pescara, SCENARI EUROPEI 2016: il programma del 18 settembre

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 18/09/2016
dalle 21:00 alle 23:30

Luogo
Pescara

Categorie


domenica 18 settembre 2016
ore 21 SPAZIO MATTA Daniela Marcozzi (Città Sant’Angelo/Berlino)

RIGHT ON!            durata 40′

adattamento di un frammento di “La Peste” di Albert Camus

Spettacolo in inglese con sottotitoli

Nel 2012 tre cari amici dell’autrice sono stati accusati di associazione sovversiva con finalità di terrorismo internazionale e trattenuti per un anno in carcere preventivo (senza processo) secondo la legge anti-terrorismo 270bis. Ad ora la maggior parte delle accuse sono state ritirate in quanto inconsistenti. Ispirandosi a questi eventi, attraverso il teatro fisico ed un monologo liberamente tratto da “La Peste” di A.Camus, la performer riflette sull’uso della legge come strumento di controllo e repressione, e porta in scena quella forza di cui l’uomo ha bisogno per rimanere uomo. “Ciascuno la porta in sé la peste. Il microbo è naturale. Il resto, la salute, l’integrità, la purezza, sono un effetto della volontà, e di una volontà che non si deve mai fermare.”A.Camus, La Peste.

Daniela Marcozzi, nata a Bologna nel 1983 con origini abruzzesi, ha attualmente sede a Berlino dove lavora come libera professionista: è la direttrice artistica della compagnia di Teatro Contemporaneo Marcozzi Contemporary Theater, attrice, regista ed educatrice teatrale. Laureata in Biotecnologie, al momento è impegnata nella realizzazione di un training fisico-emotivo fondato sulla biochimica delle emozioni e l’espressione fisica e vocale.
ore 22 FLORIAN ESPACE

Teatro della Caduta (Torino)

MADAMA BOVARY      durata 55′

liberamente ispirato a “Madame Bovary” di Gustave Flaubert

con brani tratti da Guido Gozzano

di e con Lorena Senestro

musiche originali Eric Maestri, costumi Stefania Berrino, disegno luci Roberto Tarasco

regia Massimo Betti Merlin e Marco Bianchini

Spettacolo finalista Premio Scenario 2011

L’universo di Flaubert e l’ambientazione di Madame Bovary sono prossimi alla bruma che aleggia sui prati della pianura padana e ai personaggi che la popolano con i loro caratteri propri della vita di provincia, nella sua dimensione assoluta, esistenziale. Lorena Senestro reinventa una Emma Bovary dei nostri giorni, in chiave piemontese. I personaggi e le atmosfere del romanzo sono rievocate attraverso versi di Guido Gozzano e filtrate dall’autobiografia dell’attrice – che è anche autrice del testo.

Lorena Senestro è anche autrice e interprete del monologo per versi, suoni e voci dal titolo Leopardi Shock, interamente basato su testi di Giacomo Leopardi e presentato alla Fiera Internazionale del Libro di Torino, all’Istituto Italiano di Cultura di Strasburgo e per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia su invito del Teatro Stabile di Torino. Il suo ultimo spettacolo, Admurese, è stato presentato nella stagione 2012-2013 del Teatro Stabile di Torino.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: