Pescara, SCENARI EUROPEI 2016: il programma del 16 settembre

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 16/09/2016
dalle 21:00 alle 23:30

Luogo
Pescara

Categorie


venerdì 16 settembre 2016

ore 21 SPAZIO MATTA

Giuseppe D’Antona (Città Sant’Angelo)

NOT I – NON IO di Samuel Beckett      video      durata 14’39”

Liberamente tratto dal monologo al femminile di Beckett, questo cortometraggio vuole ripercorrere il tema già caro a Ionesco, lo stesso Beckett, Kafka ed altri, dell’incomunicabilità dell’uomo. Seguendo il monologo, apparentemente confusionale e senza senso, ci accorgiamo che non è altro che un flusso di pensieri, parole veloci e senza nesso logico tra loro, ma nell’insieme creano le immagini, gli odori e i sentimenti del protagonista che solo lei e nessun altro potrebbe capire.

FOCUS Dehors/Audela  (Roma)

DOVE ERA CHE NON ERO  video      durata 5′ 34”

concept SALVATORE INSANA, ELISA TURCO LIVERI – with ELISA TURCO LIVERI – film, editing, photography SALVATORE INSANA – sound from “Gymnasium” by JACOB KIRKEGAARD (borrowed from his album 4 ROOMS, Touch 2006 ©)

Non ci si trova, non ci si ritrova, se non smarriti e sospesi. All’erta, pronti a scattare, il pericolo è fuori campo e non ha segnali. Andare incontro alla luce per esporsi a maggiori rischi. Inquieto tremore d’affrontare l’orizzonte restando a occhi spalancati. Presupporre o presagire l’abisso. Stato ulteriore di non aderenza al tempo presente.

À PROPOS DE L’ÉTÉ DE L’ÂME – l’età dell’anima ha le estati contate   video      durata 6′ 48”

concept, film, editing SALVATORE INSANA  – with ELISA TURCO LIVERI – sound WLODZIMIERK KOTONSKI – Microstructures  (from Avant Garde project – Electronic panorama)

Un campo di grano appena arato. Un corpo che lo percorre e se ne impossessa per empatia. Una danza dai toni caldi, un battito sincopato,un viaggio al limite del vero

NERO ENIGMA   video      durata  5′ 17”

concept, film, editing SALVATORE INSANA – with ELISA TURCO LIVERI – sound BRISTOPHE – “Le moyen du bord”, from Les fils de la prophétesse CLAYTON ALPHA – “Movements die when people move”, from Reels of an infinite dream, Nowaki label
Il corpo umano come ultimo baluardo e strumento primo di perlustrazione e decodifica del mondo.È misteriosa la schiuma dei nostri giorni. Il controcampo dell’orizzonte è sempre impossibile. Un sogno ad occhi aperti in cui spazio, tempo e azione perdono le loro coordinate di riferimento e si giovano di tutti gli ostacoli alla narrazione che i sensi possono regalarsi. Perlustrare i sensi, scavare la superficie, rovinare la bellezza, esaltarla per manomissione dei linguaggi.

ore 22 FLORIAN ESPACE

Industria Indipendente (Roma) / in collaborazione con Istituto Italiano di Cultura di Parigi e con Face à Face (Francia)

LULLABY tragedia aerobica    mise en espace   durata 70′

di Erika Z. Galli e Martina Ruggeri

con Francesco Bonomo, Evita Ciri, Piergiuseppe di Tanno, Margherita Massicci

in collaborazione con PAV progetto FABULAMUNDI.Playwriting Europe

Compagnia finalista Premio Scenario 2015

Siamo nel 2056, in un mondo che forse non ha più confini. Siamo nel mese di Dicembre malgrado la temperatura si aggiri intorno ai 28 gradi centigradi. Nei nuovi Stati Uniti d’Europa è stata emanata una legge secondo la quale allo scattare dei 70 anni, il cittadino viene condotto in uno delle migliaia di centri Lullaby per trascorrere gli ultimi anni della propria vita. Una gabbia, che seppur dorata, genera una mancanza di libertà. Un obbligo, e come ogni obbligo stanca. Può rendere inquieti, sovversivi, rivoluzionari.

Erika Z.Galli e Martina Ruggeri danno vita nel 2005 al progetto Industria Indipendente, collettivo artistico e di sperimentazione. Dal 2005 ad oggi realizzano video e performance in vari spazi urbani ed extraurbani e nel 2009 inizia la loro ricerca drammaturgica e scenica. Nel 2014 vincono il premio Hystrio scritture di Scena con il testo  Supernova. Nel 2015 sono finaliste al premio scenario con il lavoro sull’Iliade Ho tanti affanni in petto e dallo stesso anno sono tra gli autori selezionati per il progetto europeo Fabulamundi playwriting Europe.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: