Pescara, Le stelle del jazz brillano il sabato dal 10 dicembre all’1 aprile

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 10/12/2016 al 01/04/2017
dalle Tutto il giorno

Luogo
Pescara

Categorie


Le tradizioni, le sfumature, le tendenze, i protagonisti, il futuro di un genere musicale che conquista ed appassiona. C’è una rassegna che racconta tutto questo. Torna “sabato in concerto jazz”, lo storico cartellone della Fondazione Pescarabruzzo, per il quinto anno consecutivo organizzato dall’Associazione Archivi Sonori con la Direzione Artistica di Maurizio Rolli.

Un racconto in musica, affascinante ed itinerante, dal 10 dicembre al 1 aprile. Dieci live che toccheranno Pescara, Loreto Aprutino, Penne, Popoli e Torre de’ Passeri. Tutti i concerti sono ad ingresso libero.

I grandi della musica internazionale tutti, o quasi, con musicisti abruzzesi. E’ questa una delle particolarità dell’edizione 2016/2017 “Abbiamo allestito una rassegna di grande spessore – dice Maurizio Rolli, come sempre, anzi più di sempre. Tutti i gruppi, tranne due, vedono la partecipazione di artisti della nostra Regione, abbiamo voluto internazionalizzare l’Abruzzo, per esaltare le grandi professionalità della nostra Terra. Però mi preme sottolineare una cosa: non ho guardato le rispettive carte d’identità, non mi interessava la provenienza, ho guardato i curricula ed ho ascoltato i progetti. I musicisti invitati suonano perché sono tutti fortissimi, non perché sono abruzzesi”.

I protagonisti non hanno bisogno di presentazione.

Ci sarà il bassista canadese Alain Caron,  il suo repertorio, dagli anni ’70 fino ad oggi, condensato dal trio del chitarrista Ciro Manna. Il pubblico di Pescara avrà la possibilità di ascoltare la voce di Femi Temowo, chitarrista di Amy Winehouse, accompagnato dal basso di Maurizio Rolli e dalla batteria di Frank Parker. Spazio anche per una anteprima abruzzese assoluta. A Popoli ci sarà il sassofonista polacco Maciej Sikala con il trio “On The Road” del batterista Jacek Pelc. Sikala vincitore del top jazz 2015 in Polonia, è considerato tra i più talentuosi musicisti dell’Europa dell’Est.

Non solo nomi internazionali, il grande jazz italiano, parlerà attraverso note di prestigio.

Il  Blue Room Trio, Battista Lena (chitarra), Enzo Pietropaoli (basso), Marcello Di Leonardo (batteria) è sintesi di un incontro speciale che riporta all’essenziale, alla melodia ed all’armonia.

Il duo “My Billie’s Blue, composto dalla voce e dal violino di Luisiana Lorusso e dal pianoforte di Claudio Filippini, regalerà al pubblico  un tribute originale a Billie Holiday.

Il piano solo di Rita Marcotulli, incanterà come sempre gli ascoltatori con la sua musica intima e raffinata.

A completare una rassegna ricca ed eterogenea i Tres,  Toni Fidanza (tastiere), Marco Di Natale (basso elettrico), Roberto Desiderio (batteria), featuring Gianluca Caporale (sassofono). La versatilità e l’interplay costituiscono il vero punto di forza del trio. Il gruppo si è formato nel 2003 ed ha alle spalle due importanti progetti, uno legato alla collaborazione con Fabrizio Bosso e l’altro dedicato alla rilettura di alcuni brani di Lucio Battisti..

Il Giulio Galli 4tet, Giulio Galli (chitarra), Roberto Pace (basso elettrico), Pierfrancesco Speziale (tastiere), Andrea Giovannoli (batteria). Una fusione di rock, blues, jazz e funk; una tesi di laurea presso il Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara che stupisce tutti i docenti, ottiene il massimo dei voti e diventa un progetto musicale di successo.

Il Duo Di Benedetto – Gentile, Emanuela Di Benedetto (voce ed arrangiamenti) e Giulio Gentile (pianoforte, arrangiamenti), un mix di standard e brani originali con contaminazioni mainstream e fusion. Il Duo ha recentemente vinto il Premio “Best Band” al “Bucharest International Jazz Competition 2016” ed il Primo Premio al “Premio Marco Tamburini 2016” per la sezione band.

La formazione cha aprirà la rassegna il 10 dicembre a Loreto Apurtino (Castello Chiola, ore 18, ingresso libero) sarà quella dei Gluten Free. Davide Di Camillo (basso), Christian Mascetta (chitarra), Andrea Giovannoli (batteria), freschi vincitori del Festival Nazionale dei Conservatori per la categoria “jazz”. Un successo che é motivo di orgoglio per il Conservatorio del capoluogo adriatico, si tratta della seconda affermazione, su tre edizioni, per l’Istituzione abruzzese che si è imposta su altri 41 Conservatori italiani. I Gluten Free propongono un connubio tra funk, jazz, blues e rock che genera melodie cantabili su un tappeto di energia e groove.

Il primo concerto a Pescara, nella storica sede della Maison Des Arts in corso Umberto 83, ci sarà il 21 gennaio con i My Billie’s Blue.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: