Perugia, finale nazionale del Sant’Uberto a Squadre con un aquilano il 18 e il 19 giugno

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 18/06/2016 al 19/06/2016
dalle 00:00

Luogo
Perugia

Categorie


sgambatiSarà Alberto Sgambati, noto magistrato, l’unico aquilano a rappresentare il capoluogo abruzzese nella finale nazionale del Sant’Uberto a Squadre, in programma a Perugia il prossimo 18 e 19 giugno. Sgambati, insieme ai compagni di squadra Giuseppe Savini ed Elio D’Onofrio, si è aggiudicato la semifinale regionale Abruzzo, svoltasi l’altra domenica a Pian di Cascina, nel comune di Cagnano Amiterno, uno degli scenari più suggestivi e famosi del centro Italia per gli appassionati di caccia con il cane da ferma. Ben nove le squadre iscritte alla prova regionale, che metteva in palio due biglietti di accesso alla finalissima in Umbria. Alla fine dei turni, i giudici Gaetano Bronzi, Giangiacomo Giustino e Giampaolo Ottavio, coadiuvati dal delegato federale Francesco Petrella, non hanno avuto dubbi nell’assegnare il primo posto con 181 punti alla squadra di Sgambati, che ha preceduto un equipaggio proveniente interamente da Chieti.

Al di là delle prestazioni tecniche, comunque valide ed interessanti, quel che ha davvero trionfato è stato l’atteggiamento di cortesia e sportività tra tutti i concorrenti, che si sono dimostrati veri appassionati cinofili e non hanno lesinato complimenti reciproci, consapevoli del fatto che, proprio come a caccia, anche nelle prove cinofile occorrono preparazione, competenza, senso del selvatico ma anche il famoso “fattore c”, senza il quale non si va da nessuna parte. Al termine dei turni, pertanto, sorrisi e strette di mano e poi a pranzo tutti insieme a “Il Giardino”, spettacolare struttura ricettiva di Cagnano che ha saputo proporre piatti eccezionali abbinati alla cortesia e all’ospitalità tipicamente abruzzesi. Insomma, una festa di amicizia e cinofilia.

“Sono soddisfatto per la riuscita della manifestazione, che ci ha dato modo di osservare ottimi ausiliari in mano a conduttori appassionati e competenti”, le parole del presidente provinciale di Federcaccia L’Aquila Giovanni Vicentini, “segno che la cinofilia abruzzese è in crescita e gode di buona salute. Ringrazio, anche a nome di Federcaccia Abruzzo, tutti i concorrenti, i giudici, i posatori e il delegato federale per l’impegno e la partecipazione. Ai qualificati, infine, giungano i nostri complimenti e i migliori in bocca al lupo per il campionato italiano, nel quale sono chiamati a rappresentare la nostra regione”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: