PAESAGGI ACUSTICI 2016 dal 24 luglio al 29 agosto

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 24/07/2016 al 29/08/2016
dalle Tutto il giorno

Luogo
Italia

Categorie


conferenza-stampa-in-provinciaNato nel 2009 da un’ idea del noto chitarrista abruzzese Gionni Di Clemente e attualmente giunto all’8ª edizione, Paesaggi Acustici è un festival itinerante che si svolge per gli antichi e suggestivi borghi di Marche e Abruzzo.

E’ una manifestazione a carattere musicale che intende realizzare una perfetta simbiosi tra progetti musicali di grande valore artistico e luoghi suggestivi di particolare bellezza e fascino storico. L’associazione, attraverso le attività poste in essere, intende favorire l’incontro di linguaggi e stili musicali diversi ; dal jazz alla musica contemporanea passando per le sonorità etniche, convinta che la diffusione di stili, linguaggi e suggestioni sia un veicolo per l’apertura verso l’Altro da sé, e inviti alla riflessione su cosa significhi la diversità, la contaminazione, la mistura di idee, culture e filosofie.

L’associazione, da anni, collabora con artisti provenienti da tutto il mondo, caratterizzandosi così non solo per la varietà dei linguaggi musicali ed originalità delle proprie manifestazioni ma anche per la notevole solidità progettuale che ha nel campo della ricerca.

Oltre 55 artisti da Cuba, Stati Uniti, India, Germania, Norvegia, Francia, Senegal, Sud Africa, Ungheria, Belgio, Serbia , Algeria, Scozia e Italia.

Una manifestazione musicale varia, prestigiosa ed originale che mette in campo nuove idee, nuovi ritmi, avanguardie dello spettacolo, musica creativa, aperta agli influssi più disparati, non condizionata da categorie di genere.

La programmazione tende a privilegiare storie musicali narrate attraverso l’espressività dei vari strumenti; brani originali che ci conducono in un universo fatto di rimandi e contaminazioni in cui trovano posto sonorità classiche ed echi di paesi lontani, sperimentazione e ricerca.

Saranno gli stessi autori e compositori, di alto profilo artistico, nazionali ed internazionali, a raccontarsi con un linguaggio esecutivo diretto e personale.

Il Festival vuole affermarsi nel tempo come un appuntamento importante per i circuiti musicali di rilievo, al fine di accrescere nel corso degli anni l’interesse per gli strumenti acustici di diversa provenienza etnica e di contribuire a portare questo territorio su scenari nazionali ed internazionali.
“una kermesse dedicata alle magiche sinfonie create dagli strumenti a corda.

Molte sono state le recensioni relative sia alle varie edizioni del festival con i suoi appuntamenti, sia alla pubblicazione del libro-cd “Canto un mondo Libero” (Edizioni ETS di Pisa), prodotto dalla nostra associazione e presentato al Pisa Book Festival, con articoli di stampa del “Corriere della Sera”, “Repubblica”, “Giornale di Vicenza” nonché 12 recensioni pubblicate in Portogallo.

In particolare, il libro è stato condiviso, dal famoso poeta portoghese Manuel Alegre, sulla propria homepage e sul sito dell’ambasciata portoghese a Roma.

La nostra associazione può contare sulla spontanea collaborazione e consulenza di importanti musicisti, poeti e letterati del panorama mondiale. Personalità rilevanti con cui il nostro direttore artistico collabora da molti anni. Attraverso la collaborazione con il prof. Marco Fazzini dell’Università Cà Foscari di Venezia, nel luglio 2014, siamo riusciti a portare nel nostro festival il poeta Douglas Dunn (Queen Medal conferito dalla Regina Elisabetta: onorificenza assegnata a solo 4 poeti negli ultimi 100 anni).

Lavoriamo per favorire la cooperazione con le altre associazioni, istituzioni nazionali ed internazionali che si occupano di cultura, al fine di creare una forte sinergia volta ad avere sul territorio un importante impatto. In questa direzione va vista, ad esempio, la collaborazione con La MaMa Theatre di New York, con il MIDAC (Museo Internazionale Dinamico D’Arte Contemporanea), con l’associazione Terra Dell’Arte di Belforte del Chienti, con l’associazione TheArtsBox di Vicenza, con l’Università Cà Foscari di Venezia e il South African College of Music, University of Cape Town, South Africa con le quali, sono stati realizzati il CD musicale “Impronte Mediterranee” e il libro-cd “Canto un mondo libero”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: