Morro d’Oro, secondo appuntamento Suoni del Lavoro il 10 giugno

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 10/06/2016
dalle 21:15 alle 23:15

Luogo
Morro d'Oro

Categorie


Dopo il grande successo del primo concerto, tenutosi lo scorso 20 maggio presso la sede operativa dell’azienda Walter Tosto di Chieti Scalo, prosegue la rassegna “Suoni del Lavoro” promossa dalla Regione Abruzzo in collaborazione con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese e il Comune di Morro d’Oro. Il secondo appuntamento è previsto per venerdì 10 alle 21:15 a Pagliare di Morro d’Oro, presso la lottizzazione “Urbana – Città della bellezza”, con uno spettacolo particolarmente adatto al pubblico dei bambini. L’incontro fra grande musica e mondo del lavoro – commenta il consigliere regionale Luciano Monticelli – prosegue dunque con una serata dedicata insieme all’infanzia, all’urbanistica e alla politica culturale nei piccoli centri. Durante lo spettacolo, saranno proiettati tre favolosi episodi del film d’animazione “Omaggio a Rossini”, capolavoro di Giulio Gianini e Emanuele Luzzati, mentre sul palco l’Orchestra Sinfonica Abruzzese eseguirà dal vivo musiche tratte dalle opere Italiana in Algeri, Il Turco in Italia, La Gazza Ladra e Il barbiere di Siviglia. L’orchestra sarà diretta dal giovane Giordano Ferranti, classe 1992, vincitore nel gennaio 2015 del concorso internazionale “London January Masterclass” di Londra. Cresciuto nel vivaio della Juniorchestra di S. Cecilia, ha creato e dirige dal 2012 la Prometheus Chamber Orchestra di Roma. Frequenta brillantemente l’ultimo anno del biennio di direzione d’orchestra del Conservatorio “Casella” dell’Aquila, sotto la guida del Maestro Marcello Bufalini. Il film “Omaggio a Rossini” è stato scelto per accompagnare lo spettacolo perché particolarmente adatto ad avvicinare i bambini alla musica classica: sia per la grande vivacità della musica di Rossini, che ha una immediata presa anche al primo ascolto, sia perché le storie e i disegni dei due geniali autori italiani, distaccandosi completamente dai modelli del cartone “all’americana”, utilizzano forme e colori inconsueti, con una libertà espressiva molto più vicina al mondo poetico del bambino.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: