L’Aquila, Swingle Singers il 18 dicembre

Mappa non disponibile

Data
dal 18/12/2016
dalle 18:00 alle 20:00

Luogo
L'Aquila

Categorie


winter-talesTornano ad esibirsi a L’Aquila, domenica 18 dicembre, all’Auditorium “Gen. S. Florio” della Scuola Guardia di Finanza, con inizio alle ore 18, ospiti della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”, The Swingles, più conosciuti con il nome di Swingle Singers, uno dei complessi vocali più famosi del mondo. The Swingles, presentano in concerto i loro Winter Tales (Quadri d’inverno), uno spettacolo costruito intorno a canzoni originali e ispirate al jazz che raccontano la stagione più fredda, rendendola carica di emozioni e calore.

I sette giovani cantanti, Joanna Goldsmith-Eteson, Sara Brimer, Clare Wheeler, Oliver Griffiths, Jon Smith, Kevin Fox, Edward Randell, che attualmente formano l’ensemble con sede a Londra, sono guidati dal medesimo spirito innovativo che ha contraddistinto sin dagli anni sessanta i loro predecessori che, nel corso degli anni, si sono aggiudicati cinque Grammy Awards.

La loro fama internazionale è iniziata con l’esecuzione dei brani di J. S. Bach e poi dei grandi capolavori della musica sinfonica: sonorità orchestrali rese solo dalle voci.

In Italia certamente la loro fama è stata data dalla trasmissione televisiva Superquark che ha scelto la loro esecuzione vocale dell’Aria sulla IV corda di Bach come sigla di apertura e chiusura.

Il loro repertorio è vastissimo ed hanno effettuato più di cinquanta registrazioni, collaborando a numerose colonne sonore di film e serie televisive, lavorando con artisti di livello internazionale.

L’ultima esibizione a L’Aquila sempre con la Società Aquilana dei Concerti risale al 22 febbraio 2009 con un concerto memorabile e una carrellata di bis che coinvolsero gli spettatori fino ad una standing ovation finale. Tante cose sono cambiate nella città da quel fatidico 2009 ma non il desiderio di lasciarsi coinvolgere dalle voci di questi straordinari artisti dalla tecnica impeccabile, con la straordinaria armonia e fusione dei timbri e il vastissimo repertorio che spazia da Bach al jazz, dai madrigalisti francesi a Duke Ellington, da Mozart a Gershwin.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: