L’Aquila, Sacra Sindone – Indagine Moderna Sull’antico Mistero il 24 settembre

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 24/09/2016
dalle 10:00 alle 12:30

Luogo
L'Aquila

Categorie


14183711_1106739946086174_3419394210546573499_nConferenza supportata da immagini che la Prof.ssa Marinelli supportata dalla Dott.ssa Libertini illustreranno il legame tra Gesù, Sindone e Vangeli, spiegando le recenti ricerche scientifiche sul telo sindonico e un’indagine altrettanto scientifica e documentata sull’attendibilità dei fatti contenuti nei Vangeli riguardo alle ultime ore di Gesù e al telo sindonico, riassumendo poi, in una breve, i risultati delle scienze naturali e di quelle storiche, con un linguaggio accessibile a tutti, in modo da offrire una sintesi indispensabile per coloro che non vogliono restare analfabeti sugli interrogativi più profondi legati a Gesù, alla Sua storia, Passione, Morte e Resurrezione.

L’evento si terrà il 24 settembre dalle 10 all’Auditorium del Parco.

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. Ravecca Massimo

    Il legame più sorprendente, ma non l’unico, che collega la Sindone di Torino con le opere pittoriche di Leonardo da Vinci, è nella somiglianza del volto contenuto nell’immagine della ferita al costato della Sindone, con il volto urlante del guerriero centrale della Battaglia di Anghiari di Leonardo realizzata a Firenze a Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento. Capolavoro conosciuto tramite riproduzioni e copie. Sebbene l’immagine della ferita al costato sembri sempre leggermente differente nelle varie riproduzioni fotografiche, un po’ come l’Autoritratto di Leonardo, anch’esso custodito a Torino. Riprodotta, includendo anche parte dello spazio alla sua destra e sinistra, mostra caratteristiche comuni con il guerriero centrale con il berretto rosso ripreso ad esempio dalla Tavola Doria che riproduce della Battaglia di Leonardo, la Lotta per lo stendardo. Naso pronunciato, bocca spalancata, il labbro superiore quasi attaccato al naso. Fa quasi più paura il volto contenuto nella ferita al costato della Sindone, che il guerriero con il copricapo rosso, come appare nelle varie copie della Battaglia. Il legame non sarebbe solo di tipo figurativo, (la somiglianza dei due volti), ma anche di tipo funzionale. Giacché la ferita al costato a Gesù fu procurata da una lancia da parte di un soldato (Vangelo di Giovanni 10,34). Mentre nella Battaglia di Anghiari, la Lotta per lo stendardo verte attorno al possesso di una lancia. I geni hanno un volto somigliante, un intelligenza simile e producono opere analoghe. L’immagine della ferita al costato è la “prova” della presenza attuale della Battaglia di Anghiari, dietro gli affreschi del Vasari a Firenze, nel salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio. Cfr. ebook/kindle. La Sindone di Torino e l opere di Leonardo da Vinci: analisi iconografica comparata.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: