L’Aquila, Conduction l’8 giugno

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 08/06/2016
dalle 20:30 alle 23:30

Luogo
L'Aquila

Categorie


Walter Prati

Walter Prati

Mercoledì 8 giugno presso l’Auditorium del Parco si svolge la giornata conclusiva del primo Festival L’Aquila Contemporanea Plurale, festival dedicato alle culture del nostro tempo. Dopo quattro giorni di concerti, incontri, performances, partecipazione di compositori di fama internazionale e dinamismo artistico, si giunge alla giornata finale promossa dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” ed organizzata in modo molto originale Dalle ore 20,30 all’esterno dell’Auditorium sarà presentata una “Conduction”, ovvero una innovativa pratica di improvvisazione guidata, con un orchestra speciale “elettroAQustica”, un insieme di strumenti elettroacustici autocostruiti e strumenti tradizionali. Questo momento è curato direttamente dagli studenti del Dipartimento di Musica Elettronica del Conservatorio ‘A. Casella’ dell’Aquila, di musicisti ospiti e dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila, con la partecipazione di: Dennis Bastioni, Gabriele Boccio, Alessio Di Francesco, Antonio Martella, Lorenzo Mastracci, Michele Mastracci, Alessandro Rivolta, Daniel Scorranese, Diego Sebastiani, Vlad Voicu.

A seguire si entra all’interno dell’Auditorium dove si esibiscono tre straordinari musicisti-performers altamente specializzati nella ricerca e nella sperimentazione musicale: il flautista Gianni Trovalusci, il violoncellista Walter Prati e il compositore performer Simone Pappalardo. Oltre a brani di loro creazione, saranno eseguiti lavori di Agostino Di Scipo e Maria Cristina De Amicis: un evento sonoro complesso, dove i diversi elementi musicali e performativi saranno proposti all’ascolto e alla visione attraverso un originale gioco combinatorio. Il coordinamento e l’allestimento audio dell’evento è curato dal Dipartimento di Musica e Nuove tecnologie del Conservatorio di Musica “A. Casella” dell’Aquila, in particolare nelle persone di Maria Cristina De Amicis, Cristian Paolucci, Maurizio Di Berardino, Alessio Fioretti.

L’evento nel suo complesso è riassunto nel titolo “Musica Elettroacustica, Sound Art e Nuova Liuteria” ed è dedicato alle “frontiere” più innovative del linguaggio musicale contemporaneo, nel punto in cui la sperimentazione incontra le tecnologie d’avanguardia, la riflessione poetica su temi di grande attualità, coinvolgendo fisicamente e concettualmente lo Spazio, come elemento stesso del fare musica, rendendolo protagonista dell’evento. La Musica e il Suono divengono dei parametri fondanti inseriti nello spazio fisico, attraverso la realizzazione di postazioni ‘risuonanti’.

Giovani studenti, docenti e interpreti di carriera si incontrano e si confrontano in questa giornata conclusiva di un Festival il cui principale obiettivo è stato proprio quello di creare una occasione di formazione, sperimentazione e conoscenza culturale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: