L’Aquila, a CaseMatte “Forme incostanti”

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 17/01/2017
dalle 19:00 alle 22:00

Luogo
Casematte - ex Ospedale Collemaggio

Categorie


Martedì 17 gennaio a CaseMatte L’Aquila si terrà lo Spettacolo Narrativo Musicale Forme incostanti” – ore 19 aperitivo – ore 20 spettacolo

Sei Shonagon: Rosa Fanale
G.A. Cavellini: Alessandro Cerini
Chitarra e voce: Alessio Di Francesco
Cut-up e regia: Katiuscia Tomei

Forme incostanti” è un anomalo confronto tra due genialità, quella dell’artista G. A. Cavellini e quella della scrittrice Sei Shonagon. Insospettabili compagni di un viaggio che li vede protagonisti di due monologhi che si intrecciano tra loro in barba al tempo cronologico, si contendono la scena in modo decisamente differente; lui di prepotenza, lei timidamente. L’ essenza di G. A. Cavellini danza insieme a quella di Sei Shonagon in un passo a due, in cui uno non conosce affatto i passi dell’altro. Entrambi lasciano briciole del loro vissuto, pronte per essere raccolte.

Note:

Guglielmo Achille Cavellini, noto anche come GAC (1914 –1990), è stato un artista e collezionista d’arte italiano. Nel 1971 conia il termine “autostoricizzazione” attraverso il quale inizia un’operazione di comunicazione internazionale attorno al sistema dell’arte, nonchè una sprezzante critica sociale.

Sei Shonagon (965/ 967 – dopo il 1010), è stata una scrittrice e poetessa giapponese, dama di corte a Kyoto nel periodo Heian presso l’imperatrice Teishi. E’ stata tra le migliori rappresentanti della letteratura di corte.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: